Mercoledì, 4 Agosto 2021
Casarano

Bigiotteria, sequestrati 9mila articoli dalla Cina. Tre denunce

Valore complessivo della merce, 45mila euro. Gli articoli controllati dalla guardia di finanza sono risultati privi di indicazioni sulle confezioni e sulle etichette, come invece imposto dalle disposizioni del Codice del consumo

 

CASARANO – Novemila articoli di bigiotteria, provenienza Cina, sequestrati dalla guardia di finanza, perché fuori legge, in due negozi, rispettivamente a Casarano e a Taurisano. Valore complessivo della merce, 45mila euro.
 
In particolare, sulle confezioni e sulle etichette, stando a quanto accertato dai militari della tenenza di Casarano, mancavano le indicazioni, in lingua italiana, della denominazione legale o merceologica del prodotto, del nome, della ragione sociale o del marchio del produttore o dell’importatore qualora il prodotto venga realizzato fuori dall’Unione europea. Ma tra le diciture più importati richieste dalla normativa, l’eventuale presenza di sostanze che possano arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente e delle eventuali precauzioni sull’utilizzo del prodotto in condizioni di sicurezza.
 
I titolari delle attività commerciali, un uomo di 47 anni e due donne, rispettivamente di 47 e 48 anni, sono stati denunciati  ai competenti organi amministrativi per la violazione delle disposizioni del Codice del consumo, per la quale è prevista una sanzione amministrativa che può superare i 25 mila euro per ciascuna di loro.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bigiotteria, sequestrati 9mila articoli dalla Cina. Tre denunce

LeccePrima è in caricamento