Mercoledì, 4 Agosto 2021
Casarano

"Sparito" legname per 2 milioni di euro. Deferiti per bancarotta fraudolenta

Il legale rappresentante e l'amministratore di fatto di un'azienda di Ugento, poi dichiarata fallita, sono stati denunciati dai finanzieri della tenenza di Casarano. Gli si contesta la violazione della legge fallimentare con condotta aggravante

UGENTO – Accusati di bancarotta fraudolenta, due uomini sono stati denunciati dai finanzieri della tenenza di Casarano. Si tratta di un 63enne e di un 42enne, entrambi di Ugento, rispettivamente rappresentante legale e amministratore di fatto di una società, successivamente dichiarata fallita, che si occupava della produzione, lavorazione e commercializzazione di legname.

I militari, al termine di un’attività investigativa affidata loro dalla Procura della Repubblica di Lecce, hanno verificato le inadempienze dei due sotto l’aspetto fiscale e contabile, soprattutto a ridosso della dichiarazione di fallimento dell’impresa, che aveva sede a Ugento. Sarebbe “sparita” merce per circa due milioni di euro.

Sulla scorta delle informazioni acquisite e degli atti di polizia giudiziaria compiuti, le fiamme gialle hanno quindi deferito i due all’autorità giudiziaria per violazione della legge fallimentare, con l’aggravante della negligenza, dell’imperizia, della trascuratezza, del disinteresse volontario e colposo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sparito" legname per 2 milioni di euro. Deferiti per bancarotta fraudolenta

LeccePrima è in caricamento