Casarano Casarano

Casarano ancora in corsa. Ma oggi ha rischiato grosso

Un Casarano senza convinzione ha rischiato di perdere le ultime carte da giocare per tentare l'ingresso in Eccellenza dalla porta principale, quella della prima classificata. Un traguardo raggiungibile superando la capolista Mesagne, distante tre punti, e comunque nella speranza che la squadra della provincia di Brindisi commetta un passo falso. Un obiettivo che è apparso sfumare nel primo tempo della partita in casa del Carosino, quando i rossoblù sono passati in svantaggio al 7' minuto. Cross di Baldo dalla sinistra, palla che attraversa l'area senza che nessun difensore casaranese la intercetti, sfera sul piede dell'incontrastato De Nicola, che mette alla destra di Negro.

Una doccia fredda nel piovoso pomeriggio allo stadio "Miglietta". Il Casarano non ha saputo reagire, perdendosi appena arrivava nella trequarti avversaria, rischiando di capitolare ancora. I tifosi, giunti in settecento circa, hanno mugugnato davanti all'evanescenza del reparto offensivo e all'atteggiamento dei propri difensori che lasciavano troppo spazio al Carosino. Sul finire del tempo mister Levanto ha mandato nella mischia il bomber Tramacere, che ha rinfrancato la manovra e gli animi dei tifosi.

Nella ripresa un altro Casarano. Subito all'attacco. Vantaggiato, lanciato a rete da un colpo di testa di Ibeh, è stato strattonato alle spalle. Calcio di punizione un paio di metri fuori dall'area. La botta di Vantaggiato si è insaccata come un siluro all'incrocio alla destra del portiere Fornaro. Il Casarano ha tenuto in mano la partita, una parata in tuffo di Fornaro ha salvato il Carosino, poi il palo dice no a D'Anna, il quale tira, colpisce il legno, la palla sta per entrare quando si schianta sull'altro legno
verticale e finisce fuori. Al 37' il 2-1. D'Anna mette rasoterra dal fondo nell'area piccola, il nuovo entrato Palumbo appoggia in goal a porta sguarnita.
"Abbiamo incontrato difficoltà perchè il Carosino non aveva nulla da perdere
e perchè contro di noi tutti tirano fuori più grinta" ha commentato a fine
gara mister Levanto. L'allenatore si è detto contento della prova di
carattere dei suoi. Restano tre i punti di differenza dal Mesagne. Domenica
il Casarano ospiterà il Muro Leccese, ma in campo neutro. Sono gli ultimi
novanta minuti prima del verdetto, la Virtus spera nell'errore della

capolista che domenica riceverà il San Donato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano ancora in corsa. Ma oggi ha rischiato grosso

LeccePrima è in caricamento