Sabato, 18 Settembre 2021
Casarano Casarano

Casarano non molla i play-off, 2-0 alla Battipagliese

La Virtus Casarano, al Capozza, supera per due reti a zero la Battipagliese. In gol Galetti e Kettlun su rigore

virtus_casarano_-_giocatori_esultano_dopo_il_2-0

L'emergenza under non ferma il Casarano che supera la Battipagliese e si tiene stretta la quinta posizione. Al Capozza senza Presicce, Salvadore e Da Silva squalificati e Chiricò infortunato, Caracciolo si affida all'ultimo arrivato Buono in mezzo al campo. Palma si rivede sulla sinistra. Davanti Bonaffini, Mignogna e Galetti. Nei campani canonico 4-4-2 con Coquin-Galantucci temibile coppia offensiva.

Il primo tempo delle serpi è contratto e compassato. Buon per la Battipagliese, aggressiva e mobile, specie in attacco. Al 4' Coquin ci prova dal limite senza impensierire D'Angelo. Al 20' spunto di Mignogna e sinistro abbondantemente alto. Calabro e compagni faticano soprattutto negli ultimi metri; gli avversari, di contro, non perdono occasione per rendersi pericolosi come al 22' quando Landolfi trova sulla sua strada un superlativo D'Angelo, felino e reattivo per due volte sul tentativo ravvicinato del numero dieci ospite. Nel suo momento peggiore però la Virtus trova il gol. Galetti è bravo ad avventarsi su un pallone vagante in area e di testa disegna una parabola imparabile per Esposito. La rete stordisce i ragazzi di Chiancone, incapaci di rendersi pericolosi se non con delle conclusioni dalla distanza (di Galantucci al 33' e Coquin al 44').

Il secondo tempo fila via noioso, almeno sino all'ingresso di Aragao. Il brasiliano rileva Mignogna e la partita assume tutt'altra verve. Al 16' l'ex salernitano prende palla a centrocampo si beve mezza Battipagliese e all'ingresso in area viene travolto dal portiere. Rigore della cui realizzazione s'incarica Kettlun: portiere da un parte, palla dall'altra e giochi di fatto chiusi. Il trascorrere dei minuti infatti servirebbe al Casarano solo per triplicare le marcature, sempre nel segno di Aragao. Al 20' il numero quattordici s'invola sulla sinistra e all'ingresso in area prova una "puntata" alta sulla traversa, mentre alla mezzora, su delizioso invito di Bonaffini, la sua giocata trova vigile Esposito che poi si ripete in chiusura di tempo.


Per il resto la Battipagliese fa vivere a D'Angelo un secondo tempo da spettatore. D'Angelo a cui ci sentiamo di dare la palma di migliore in campo. Dopo la morte del padre una prestazione del genere è sintomatica solo di un gran carattere. Lo stesso che sta dimostrando di avere questo Casarano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano non molla i play-off, 2-0 alla Battipagliese

LeccePrima è in caricamento