Mercoledì, 29 Settembre 2021
Casarano Casarano

Casarano, Paride De Masi: "Ora vi spiego tutto..."

Con un comunicato ufficiale, Paride De Masi spiega le ragioni della tempesta che ha colpito la Virtus Casarano, dopo la sconfitta col Gaeta

Dopo il terremoto, arriva la schiarita in casa Virtus Casarano. Riportiamo integralmente il comunicato ufficiale, apparso sul sito della società rossazzurra, firmato da Paride De Masi.

"Sento il dovere di spiegare quanto è accaduto in settimana, al fine di evitare che si creino equivoci o l'innescarsi di cattive interpretazioni che, posso garantire, sono assolutamente lontane da qualsiasi disimpegno o voglia di rompere il giocattolo Virtus....anzi!"

Ho voluto dare una scossa forte a tutto l'ambiente, sia interno che esterno alla squadra, far assaporare che cosa significhi non avere più qualcosa in cui credere, togliere dal gergo, che ultimamente si usava, il Voi e Noi, il voi squadra e società e noi tifosi, il noi calciatori e il voi dirigenti, il voi Virtus e il noi Amministrazione Comunale, il voi De Masi e il noi resto del mondo.....

Non è questo il modo con cui si affronta una competizione, con cui si partecipa e men che mai la maniera con cui vincerla! Ho voluto ristabilire i veri criteri su cui si basa una Società sportiva con la S maiuscola (valorizzazione del patrimonio, attaccamento alla maglia, determinazione, sacrificio, unione di intenti e di obiettivi) e ho riportato sulla terra anche chi pensava che a Casarano poteva prendere senza dare, quasi in maniera immorale, fuori da qualsiasi etica e contesto....

La situazione, sotto il profilo economico e sociale, è la più difficile degli ultimi ottanta anni, con la disperazione di famiglie che non arrivano alla fine del mese o addirittura il mese non lo iniziano nemmeno perché, senza lavoro, non sanno veramente come fare....allora non si poteva continuare facendo finta che tutto il contesto non ci riguardasse e che addirittura la fede dimostrata in ogni giornata in casa, ma soprattutto in ogni trasferta dai nostri tifosi, si potesse mortificare sull'altare di un menefreghismo di una squadra del " tanto a me tocca tutto lo stesso...

Ho voluto tirare un ceffone forte, ho voluto risvegliare le coscienze di tutti......e ho già ricevuto i primi risultati. Chi ha dimostrato di tenerci veramente l'ho fatto rientrare, stabilendo drastici tagli di ingaggio e di rimborso, riportando alla normalità le distorsioni che c'erano e che per i motivi di cui ho detto non potevano più essere sopportate.

Ho voluto sentire tutte le componenti interne alla società coinvolgendole nella scelta e nel lavoro futuro, evitando scelte monocratiche adottate senza discussione interna e puntando tutto sulla valorizzazione del patrimonio della società.

Ho riportato tutti insomma dallo stato confusionale, all'approvazione di una carta dei valori che dovrà ispirare il presente e il futuro della più importante struttura aggregativa e di marketing della città. Si della città!....e non della famiglia De Masi come qualche stupido ha detto e scritto nell'ultimo periodo.

Capisco anche che alla base c'è la contrapposizione politica, ma, diamine, come e' possibile comportarsi così, dimenticare che la squadra è patrimonio di tutti, che lo stadio è patrimonio di tutti, che la vittoria è la vittoria di tutti....

E' come se un tifoso milanista tifasse contro il futuro della propria squadra solo perché ha simpatie politiche di sinistra ed è contro il Berlusconi politico presidente.... Sarebbe buttarsi la zappa da solo sui propri piedi....o no?

Quello che ho voluto fare è determinare una sorta di risveglio generale sperando di riportare le cose nel giusto ambito e programmando tutte le attività del prossimo futuro, partendo dalle competizioni internazionali che il nostro stadio ospiterà, già dal mese prossimo e che senza la mia personale scelta di ristrutturarlo, la città e forse anche il Salento avrebbero perso.....

Mi ero allontanato dopo l'epilogo incredibile della scorsa stagione, avevo comunicato che avrei rinunciato ad ogni mio investimento e ad ogni mia iniziativa in città preferendo attività all'estero lontane da una gogna che mi aveva veramente schifato e sconcertato.....

Dopo mesi mio fratello mi ha fatto tornare ad interessarmi....ho preso in mano la situazione e sono intervenuto a modo mio.....con il consenso di tutti i collaboratori Virtus ho avviato un "Nuovo corso" .....dove ci porterà non lo sappiamo ma certamente sentiamo di aver imboccato la strada giusta.

Permettetemi di rivolgermi poi ai miei amici Ultras chiedendo loro di darmi una mano. Abbiamo dimostrato che solo insieme sappiamo vincere tutto quello che c'è da vincere.....rimaniamo insieme, nessun colore politico potrà mai sbiadire il rosso e l'azzurro che abbiamo nel cuore!


Grazie a chi ci ha creduto, ai senior, agli under, ai ragazzi ed al mister della Juniores, ai collaboratori tutti della Virtus e grazie ancora ad Ivan per avermi richiamato e lasciato fare. Un abbraccio a tutti e forza Casarano!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano, Paride De Masi: "Ora vi spiego tutto..."

LeccePrima è in caricamento