Mercoledì, 4 Agosto 2021
Casarano

Rapinò una donna davanti all’istituto di credito. Condannato a cinque anni

L'episodio, avvenuto a Casarano, risale al dicembre scorso. L'uomo si fece consegnare la borsa sotto la minaccia di una pistola. Ma due agenti di polizia ed un carabiniere, per caso nelle vicinanze, lo rintracciarono nel vicino Centro per l'impiego

LECCE – Nuova condanna, a cinque anni di reclusione, per Aldo Causo, 43enne di Melissano, già noto per i suoi numerosi precedenti penali, accusato di rapina aggravata. A dicembre scorso l’uomo, sotto la minaccia della pistola, si era impossessato della borsa di una signora che stava per entrare all’interno di un istituto di credito di Casarano, per poi dileguarsi a piedi verso via Matino e piazzetta Petracca. Le urla richiamarono però l’attenzione due poliziotti del commissariato di Taurisano, che stavano discutendo con un carabiniere della compagnia di Casarano, anche lui fuori servizio come uno dei due agenti.

causo-2Gli uomini in divisa si misero immediatamente alla ricerca dell'uomo, il quale, dopo una serie di appostamenti, fu notato mentre si dirigeva a piedi verso via San Giuseppe, direzione piazza San Domenico, entrando nell’atrio di una palazzina che ospita il Centro per l'impiego.I due agenti e il carabiniere entrarono nell'edificio, notando immediatamente il rapinatore che stava per salire le scale dal piano inferiore, con il volto ancora coperto da passamontagna. Immobilizzato e perquisito, gli fu trovato nella tasca sinistra del giubbotto il portafoglio appartenente alla vittima della rapina.

Intuendo che l’arma ed il bottino della rapina non potevano essere stati nascosti molto lontano, i due agenti e il militare dell'Arma perlustrarono l’atrio, le scale ed il sottoscala della palazzina e, proprio lì fu rinvenuta una  pistola marca "Valtro", calibro 8, munita di caricatore contenente 4 cartucce a salve ed una in canna, priva del tappo rosso e la borsa appartenente alla vittima, il cui contenuto era stato sparso per terra. L’imputato è assistito dall’avvocato Mario Coppola, mentre la sentenza è stata emessa dal gup Annalisa de Benedictis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò una donna davanti all’istituto di credito. Condannato a cinque anni

LeccePrima è in caricamento