Casarano Nardò

COPPA ITALIA: 1-0 TORO CONTRO UN BABY CASARANO

Il Nardò passa il turno in Coppa Italia grazie a un goal di Montaldi. Ma è la Virtus Casarano, vestita di giovani, a fare un figurone

Anibal Montaldi, autore del gol vittoria.

NARDO' - Dopo Francavilla e Ostuni, il Toro supera anche l'esame Casarano. Un "esamino" considerando che mister Toma manda in campo una squadra imbottita di giovani per dieci undicesimi, con il veterano Caracciolo a guidare la ciurma di baby. E se la Virtus snobba il derby di Coppa, lo stesso non si puo' dire in casa granata: Maiuri schiera la squadra titolare con la sorpresa Pereyra, il cui transfer è arrivato in settimana.

Un match dal sapore speciale per due neretini doc: il difensore Greco e il centrocampista Martano, entrambi titolari, sfidano i colori della propria città.

Fin troppo facile prevedere un match a forti tinte granata: al 15' arriva la prima emozione con il calcio piazzato di capitan Irace che termina sul fondo. La Virtus non reste a guardare e tre minuti più tardi abbozza una timida risposta: la conclusione dal limite di Cristaldi viene neutralizzata da Sorentino in due tempi.

Al 24' il Toro passa in vantaggio: Galdi si invola sulla corsia di sinistra e serve un pallone d'oro a Montaldi, l'argentino in corsa buca il numero uno ospite D'Angelo. Il match si addormenta e i giovani rossazzurri tengono testa in modo esemplare ai più esperti padroni di casa. Un sussulto arriva sul finire della prima frazione di gara quando un bolide di Irace si stampa sulla traversa.

La ripresa si apre con il Toro all'attacco: Odwong si incunea in area di rigore, il suo destro sibila il palo alla destra di D'Angelo.

Il Casarano tiene bene il campo e di tanto in tanto prova a fare male ai granata. L'occasionissima per gli ospiti è tutta in una punizione da 30 metri di Caracciolo, Sorrentino non trattiene, sulla ribattuta si avventa Martano ma l'estremo difensore ex Pomigliano nega la gioia del goal al funambolico centrocampista rossazzurro.

L'incontro si addormenta: in campo tanti sbadigli e lo spettacolo si sposta sugli spalti con le tifoserie sempre festanti nonostante la relativa valenza del match.
Sul finire del secondo tempo c'è gloria anche per D'angelo che salva il risultato in due occasioni, prima su Manzillo, poi su De Giorgi.

La gara si trascina lentamente verso la fine, il triplice fischio del direttore di gara consegna al Toro il passaggio al prossimo turno. Al di là del risultato l'incontro conferma sostanzialmente tutte le lacune mostrate dagli uomini di Maiuri in questo inizio di campionato, con un attacco incapace di concretizzare le tante occasioni da rete create. La Virtus esce dal "Giovanni Paolo II" consapevole di disporre di un serbatoio di giovani di belle speranze: sfacciati e senza timori reverenziali. La società del presidente De Masi è da sempre oculatamente attenta al settore giovanile e i frutti iniziano ad essere maturi.

Domenica il Casarano si ritufferà nel campionato: i rossazzuri andranno in scena nella tana del Boville Ernica. Ancora un derby invece per il Nardo, che ospiterà il Francavilla di Pasquale Logarzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

COPPA ITALIA: 1-0 TORO CONTRO UN BABY CASARANO

LeccePrima è in caricamento