Mercoledì, 22 Settembre 2021
Casarano Casarano

Scontri allo stadio per il match a Barletta. Scattano Daspo per 16 tifosi casaranesi

I provvedimenti disposti dal questore di Bari nella giornata di ieri, dopo i disordini nella partita di un mese addietro

Gli uffici della questura di Bari (BariToday)

CASARANO – Sono 16 i provvedimenti di Daspo, il divieto di accedere alle manifestazioni sportive, nei confronti di altrettanti tifosi della squadra di calcio casaranese. I provvedimenti sono scattati nella giornata di ieri, da parte del questore di Bari, al termine di accertamenti investigativi che si sono protratti nell'arco di un mese. L'indagine si è basata sull'ascolto dei testimoni, dei coinvolti e, soprattutto, sulla visione dei filmati contenuti dalle videocamere.

Gli ultras sono stati identificati dagli agenti di polizia del commissariato di Barletta, in collaborazione con i carabinieri della compagnia della cittadina del basso Salento. Secondo una prima indagine effettuata da parte delle forze dell’ordine, i 16 tifosi si sarebbero resi protagonisti di alcuni scontri, avvenuti lo scorso 21 febbraio.

Gli episodi, fortunatamente senza gravi conseguenze, si sono verificati presso lo stadio San Sabino di Canosa di Puglia, in occasione della partita Barletta - Casarano, nel quale sono stati registrati diversi disordini all'interno e all'esterno della struttura sportiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri allo stadio per il match a Barletta. Scattano Daspo per 16 tifosi casaranesi

LeccePrima è in caricamento