Casarano Casarano

Degrado, miasmi e pavimentazione dissestata su via Francesco Astore a Casarano

Appello di Vladimiro Guida del Partito Comunista a rimettere in sesto il manto stradale della via, che potrebbe rivelarsi alternativa per lo smaltimento del traffico in centro. Poi una singolare suggerimento su Piazza Garibaldi

CASARANO - Degrado nel centro storico di Casarano ed, in particolare, in via Francesco Astore, strada parallela alla principale via Roma, e che potrebbe rivelarsi un’alternativa per la viabilità cittadina. La sistemazione di via Francesco Astore che parte dalla piazza centrale permetterebbe, secondo Vladimiro Guida della sezione Lenin del Partito Comunista, di tornare indietro nell'altro senso di marcia e raggiungere quindi i Giardini William Ingrosso e la testa di via Roma.

“Ma a parte la segnalazione di questa possibilità all'amministrazione comunale – evidenzia - ci rincresce segnalare il degrado in cui versa l'intera strada in questione un tempo prolifera di scambi commerciali ed oggi abbandonata a se stessa. La pavimentazione è completamente dissestata e questo rappresenta un serio pericolo ai cittadini anziani residenti che molto spesso inciampano cadendo rovinosamente”.

Tra i problemi, anche i tombini che emanano odori nauseabondi, a causa anche della cattiva manutenzione del sistema: “Tutte le amministrazioni comunali insediatisi – chiarisce - conoscono molto bene il problema ma nessuna ha mai osato intervenire. In campagna elettorale la parola centro storico è molto diffusa ma dopo il loro insediamento tutto viene dimenticato. Quasi sempre mancano i soldi e questo già dal 1800, oggi poi la parola ‘crisi’ resta una scusante perfetta”.

Guida sollecita l'attuale amministrazione ad intervenire per risolvere il prima possibile questa situazione cosi come la invita a riaprire il tratto di strada di Piazza Garibaldi al traffico veicolare e a cambiare immediatamente il nome sostituendolo con Piazza Stalin, “in quanto Garibaldi è stato l'autore della più crudele pagina della storia meridionale ancora oggi sconosciuta, uccidendo migliaia di meridionali, radendo al suolo interi comuni, delocalizzando e impoverendo il sud un territorio ricco ed autosufficiente fino al 1860”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado, miasmi e pavimentazione dissestata su via Francesco Astore a Casarano

LeccePrima è in caricamento