Martedì, 27 Luglio 2021
Casarano

Disoccupato si diede fuoco in municipio: muore dopo un mese in ospedale

Alessandro Marsigliante, 38enne, era ricoverato da un mese esatto nell'ospedale "Perrino" di Brindisi. Il suo cuore ha cessato di battere. Il clamoroso gesto per protesta e disperazione, usando una bottiglia piena di benzina

CASARANO – Non ce l’ha fatta, Alessandro Marsigliante, il 38enne di Casarano ricoverato dal 20 maggio scorso presso il reparto grandi ustionati dell’ospedale “Perrino” di Brindisi. L’uomo è spirato nelle scorse ore a causa delle complicazioni subentrate, dopo il clamoroso gesto di cospargersi 2 litri di benzina e darsi fuoco. Il fatto era avvenuto nella sede del Comune, nel mezzo di una mostra fotografica.

L’uomo, ex operaio presso un calzaturificio, era rimasto da tempo senza un impiego. Intorno alle 18 di quel esattamente un mese addietro, ha raggiunto il chiostro di Piazza San Domenico, che ospita il municipio, e ha deciso di urlare la sua rabbia attraverso un gesto plateale e drammatico.

Il tutto mentre il centro cittadino si preparava a concludere i festeggiamenti di San Giovanni, il patrono, con uno spettacolo pirotecnico. Immediatamente annullato. Soccorso dai sanitari del 118, il 38enne era stato trasportato d’urgenza prima presso l’‘ospedale “Francesco Ferrari”, e, viste le gravi ustioni sul60 per cento sul corpo, a Brindisi.

Sul luogo dell’accaduto, intanto, oltre ai numerosi presenti che passeggiavano in zona in attesa della festa serale, anche gli agenti di polizia municipale. Alcuni mesi prima, stando ad alcune indiscrezioni, Marsigliante il 38enne sarebbe già ricorso ad un gesto analogo quando,  con l’infelicità che aleggiava nell’aria, aveva provato a lanciarsi da una finestra dei corridoi dell’ospedale di Casarano, mentre si trovava in visita ad un parente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disoccupato si diede fuoco in municipio: muore dopo un mese in ospedale

LeccePrima è in caricamento