Mercoledì, 22 Settembre 2021
Casarano Casarano / Via Matino

Ladri forzano porta sul retro e rubano 9 chili di "bionde" dall'interno del bar

Il furto nelle notte. I malviventi sono entrati dalla parte retrostante, usando un piede di porco. Hanno avuto accesso al bagno e al laboratorio e da qui alla stanza anteriore, prelevando le stecche dagli scaffali. Sul posto questa mattina i carabinieri

CASARANO – I ladri sono fuggiti con non meno di 9 chilogrammi di “bionde”. Le stecche di sigarette si trovavano negli scaffali del Bar Eni, il locale annesso all’omonima area di servizio, nel pieno centro abitato di Casarano. Il furto è stato scoperto questa mattina, alla ripresa delle attività.

I malviventi hanno agito fra la notte di domenica e le prime ore del giorno di oggi. Qualche indicazione in più potrebbe arrivare dalle videocamere di sicurezza, semmai abbiano immortalato qualcosa. Sono puntate, infatti, principalmente sulle pompe che erogano il carburante.

L’area di servizio è molto ampia, ha un vasto parcheggio e l’ingresso principale volge su via Matino. Vi si può però accedere in modo più discreto anche da via Carlo Magno, una strada laterale. La banda quasi sicuramente era dotata di un’auto, ma non è stata usata come in altre occasioni a mo' di “ariete”. Anche perché la parte anteriore del bar è ben protetta da grate poste di recente a ulteriore protezione degli accessi, dotati a loro volta di vetri antisfondamento.

Per questo, si sono mossi a piedi, passando dalla parte retrostante. Un punto seminascosto, cieco anche alle telecamere, alle spalle dello scivolo d’accesso a un garage privato di alcune palazzine, i cui balconi si affacciano proprio sul punto in cui hanno forzato una porta, sulla quale hanno fatto molto probabilmente leva usando un piede di porco.

Da lì, i malviventi si sono poi intrufolati nel bagno accanto al laboratorio e da queste stanze riservate al personale hanno avuto accesso allo spazio pubblico del bar, prelevando le sigarette in esposizione e fuggendo. Sul posto, questa mattina, sono intervenuti i carabinieri della stazione locale per un sopralluogo.

I militari vaglieranno anche le registrazioni di altre attività commerciali vicine. Anche perché la città di Casarano si è dotata di un impianto con occhi elettronici nei punti nevralgici, come per altre località del Salento, che però ancora non sono entrati in funzione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri forzano porta sul retro e rubano 9 chili di "bionde" dall'interno del bar

LeccePrima è in caricamento