Giovedì, 29 Luglio 2021
Casarano

Imprenditore pestato, definitiva la sentenza di condanna ai fratelli aggressori

La Cassazione ha scritto la parola fine alla vicenda giudiziaria che vedeva come vittime due casaranesi. Una vera e propria spedizione punitiva da parte di alcuni vicini per lavori in casa. All'interminabile processo finirono persino coloro che chiamarono i carabinieri, accusati dagli aggressori

LECCE – La Corte di Cassazione ha scritto la parola fine alla vicenda giudiziaria che vedeva come sfortunati protagonisti (e vittime) due fratelli di Casarano: Eliseo (imprenditore residente nel milanese) e Simone De Marco. Le loro vicissitudini iniziano nel lontano 2006 quando decidono di eseguire alcuni lavori nella loro proprietà. Lavori che trovano la ferma opposizione di alcuni loro vicini, i fratelli Donato e Antonio De Nuzzo.

In un caldo pomeriggio d’estate gli animi si accesero e i De Marco finirono per essere vittime di una vera e propria spedizione punitiva. Ad avere la peggio fu Eliseo De Marco che, colpito da un oggetto contundente, fu gravemente e ferito a un braccio e trascorse otto mesi di convalescenza. Solo l'intervento di una pattuglia dei carabinieri, allertata dallo stesso imprenditore, evitò che la vicenda assumesse contorni ben più gravi.  

La vicenda approdò quindi un'aula di giustizia, dove si è trascinata per alcuni lunghi anni. A processo, oltre i De Nuzzo, finirono anche i De Marco, accusati dai loro stessi aggressori. La Corte d'appello di Lecce ha comunque fatto chiarezza nella vicenda, assolvendo Eliseo (e Simone De Marco, e condannando Donato e Antonio De Nuzzo (oltre al risarcimento dei danni e delle spese) rispettivamente a otto e sei mesi di reclusione. Una sentenza divenuta definitiva con il pronunciamento della Cassazione che ha ridato fiducia nella giustizia a chi, seppur lontano, continua ad amare la sua terra natia.

Tanto che è oggi lo stesso Eliseo De Marco ad esprimere i propri ringraziamenti a chi, nella vicenda, gli è stato accanto: la polizia municipale, i carabinieri di Casarano che l’hanno letteralmente salvato, i sanitari del reparto di ortopedia del Ferrari, “decisamente professionali e cordiali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore pestato, definitiva la sentenza di condanna ai fratelli aggressori

LeccePrima è in caricamento