menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera ai clan di Casarano: "Se toccate i bambini per voi non ci sarà tregua"

Dopo l'esplosione di un ordigno rudimentale in via D'Azeglio, nella notte di sabato, il gruppo locale del M5S rompe il silenzio: "La mafia fa schifo"

CASARANO – I bambini non si toccano. Il messaggio è chiaro e  parte da una lettera aperta rivolta ai gruppi criminali che si fronteggiano per il controllo delle attività illecite a Casarano e dintorni, a partire dal traffico di sostanze stupefacenti.

È stata messa nera su bianco dal locale gruppo del M5S che in consiglio comunale, nelle fila della minoranza* è rappresentato da Enrico Giuranno: “La mafia fa schifo a tutti, anche a quelli che sembrano portarvi rispetto. Probabilmente fa schifo anche a qualcuno di voi che ci si è trovato dentro e non sa più come uscirne. La mafia fa schifo sempre perché fa affari sulla pelle della gente e si fonda sulla paura che viene dalla violenza, perché voi senza armi e senza bombe non sareste nulla, solo dei tristi minchioni. Perché è questo quello che siete: minchioni tristi con in mano armi pericolose che spesso si ritorcono contro di voi”.

Dopo la premessa, la lente di ingrandimento si stringe: “Ma quando minacciate i piccoli, diventate anche patetici e vi isolate maggiormente, perché a Casarano c'è già tanta gente che non vi sopporta più. Siate uomini, se ancora ci riuscite! Lasciate stare i piccoli. Lasciate le armi. Provate ad esprimere un concetto senza usare il rozzo alfabeto della paura”. Il riferimento specifico è all’episodio che ha visto esplodere un ordigno rudimentale, nella notte tra venerdì e sabato: li autori della missiva sono convinti della matrice mafiosa, mentre le indagini dei carabinieri proseguono nel massimo riserbo. La bomba carta è stata posizionata sull’uscio dell’abitazione dove un bambino vive con madre e nonni, risultati incensurati.

La lettera si conclude con una raccomandazione che non ha bisogno di molti preamboli: “Tanti cittadini vi guardano: se toccate un solo bambino toccate tutta la città  e per voi non ci sarà tregua. Vi auguriamo vivamente di cambiare stile, di cambiare lavoro, di cambiare vita. E se non doveste accettare alcuno di questi nostri suggerimenti, ci auguriamo che presto le forze dell'ordine possano assicurarvi tutti alla giustizia. Senza cordialità. Un gruppo di casaranesi stanchi di voi e dei vostri metodi”.

* per un mero refuso era stato scritto maggioranza, ce ne scusiamo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento