Sabato, 20 Luglio 2024
Casarano Casarano

“L’ospedale Ferrari non si chiude”: dopo le notti in tenda di un consigliere, via alla settimana di proteste

Un ciclo di manifestazioni e sit-in, dal 14 al 20 giugno, per accendere i riflettori sulla minaccia di chiusura di uno dei più importanti presidi sanitari del Salento. Anche gli imprenditori del territorio sposano la causa

CASARANO – Via alla “Settimana del Ferrari”, un ciclo di manifestazioni simboliche e di proteste contro la minaccia di chiusura dell’omonimo ospedale di Casarano. È stato illustrato nella mattinata di oggi, a Lecce, il calendario che vedrà i sit-in susseguirsi dal 14 al 20 giugno, in una grande campagna di sensibilizzazione contro la chiusura di corsie e servizi del “Francesco Ferrari”, al quale aderiscono ora anche gli imprenditori della zona.

Ad aver acceso i riflettori sul problema è stato il consigliere di minoranza del Comune di Casarano, Marco Mastroleo che, prendendo spunto dalle proteste portate avanti dagli studenti di tutto il mondo per sensibilizzare sui temi sociali, ha montato la sua “Tenda dei diritti” davanti l’ospedale casaranese per trascorrervi all’interno le notti, cercando di attirare l’attenzione su una questione non più rinviabile.

L’iniziativa prosegue da circa un mese e, oltre alla comunità della cittadina del basso Salento, ha coinvolto gli abitanti dei paesi limitrofi, colpiti dall’eventuale demansionamento dell’ospedale. Presenti all’incontro di oggi, oltre al consigliere comunale Mastroleo, anche Claudio Casciaro, presidente del “Comitato civico pro ospedale Francesco Ferrari” e altri ospiti, fra il pubblico, della società civile e del panorama imprenditoriale, tutti decisi a sostenere la causa.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“L’ospedale Ferrari non si chiude”: dopo le notti in tenda di un consigliere, via alla settimana di proteste
LeccePrima è in caricamento