Lunedì, 14 Giugno 2021
Casarano

Manomettono le videocamere, vigilante davanti ai ladri spara in aria

E' successo nella notte nelle campagne di Ruffano. Il furto è stato sventato. Le indagini affidate ai carabinieri della stazione

Foto di repertorio.

RUFFANO – Quando ha visto alcuni soggetti incappucciati, almeno tre, nell’ombra, mezzi nascosti tra la vegetazione, ha esploso due colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio. Alla fine i ladri sono scappati e il furto è stato sventato.

Tutto questo anche grazie all’occhio elettronico.  Mancava poco a mezzanotte, infatti, quando l’operatore della centrale operativa della Bcs Security  ha notato, tramite le telecamere di videosorveglianza del campo fotovoltaico Ftv SolarIngegneria di Ruffano, in contrada Limusa, un bastone di legno affacciarsi all’improvviso. Qualcuno lo stava usando per spostare l'inquadratura delle telecamere perimetrali.

Sono stati avvisati subito sia i carabinieri, sia la pattuglia dello stesso istituto, che è arrivata sul poco in pochi istanti. La guardia giurata s’è trovata quasi faccia a faccia con i malviventi, celati nell’ombra a pochi metri di distanza. Gli sguardi si sono incrociati e il vigilante ha estratto l’arma dalla fondina, sparando in aria. I banditi a quel punto sono fuggiti. Nel frattempo, poco dopo, è arrivata anche un’auto dei carabinieri del Norm di Casarano, che era già impegnata in quella zona per un’altra attività, quindi i militari della stazione di Ruffano, competenti per territorio e ai quali sono delegate le indagini.

E’ stato effettuato un controllo interno, con il responsabile del sito. Si constatata la manomissione di tre telecamere, ma nessun danno alle infrastrutture. Questa volta il colpo è sfumato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomettono le videocamere, vigilante davanti ai ladri spara in aria

LeccePrima è in caricamento