Casarano

Incidente e morte dopo il ricovero. Quattro indagati, tre sono medici del "Ferrari"

Sarà la consulenza affidata al medico legale Roberto Vaglio e al professor Carmine Chiumarulo dell'Università di Bari a far luce sulle cause della morte di un automobilista di Diso. Bisogna accertare se oltre al danno di un incidente stradale vi sia stata colpa medica

Il Ferrari di Casarano.

LECCE – Sarà la consulenza affidata al medico legale Roberto Vaglio e al professor Carmine Chiumarulo (dell’Università di Bari) a far luce sulle cause della morte di Saverio Nuzzo, di Diso. L’uomo, che viaggiava a bordo della sua auto una Citroen, C2 era stato coinvolto in un incidente stradale avvenuto il 22 maggio scorso, ed era stato ricoverato presso l’ospedale “Ferrari” di Casarano.

Le condizioni del paziente, però, si erano improvvisamente aggravate, sino ad arrivare al decesso di Nuzzo, avvenuto due giorni dopo. Una morte improvvisa che aveva spinto i familiari della vittima, assistiti dall’avvocato Luigi Corvaglia, a presentare un esposto per far luce sulle cause del decesso. Quattro i nomi iscritti nel registro degli indagati: il conducente della seconda auto coinvolta nel sinistro stradale, e tre medici del reparto di chirurgia nosocomio salentino. L’ipotesi di reato nei loro confronti è di omicidio colposo.

La consulenza, che sarà disposta dal gip Cinzia Vergine in sede di incidente probatorio il prossimo 16 aprile, dovrà stabilire se la morte dell’uomo sia da addebitare a presunte negligenze e imperizie del personale medico o se sia strettamente riconducibile al sinistro stradale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente e morte dopo il ricovero. Quattro indagati, tre sono medici del "Ferrari"

LeccePrima è in caricamento