Venerdì, 18 Giugno 2021
Casarano Via San Nicola

Commando armato nel distributore. Stesso giorno, un anno dopo

Si sono presentati con i volti travisati, intorno alle 20, presso l'area "Toma Carburanti", in una contrada di Ruffano. Hanno minacciato il proprietario, fuggendo con il bottino a bordo di un'auto rubata, poi ritrovata

Foto di repertorio

RUFFANO  - La scena, fedele, si è ripetuta ad un anno esatto di distanza. Dopo quello del 14 settembre del 2011, è avvenuto un secondo assalto si nell'area di servizio "Toma Carburanti", in contrada San Nicola, a Ruffano, con le stesse modalità. E, come fosse una coincidenza pianificata, persino stesso orario e uguale numero dei malviventi. Intorno alle 19,50 di giovedì, tre individui si sono presentati con il volto completamente travisato da passamontagna. A destare più inquietudine, tuttavia, il fatto che i componenti della banda fossero armati: uno di fucile, i due complici con altrettante pistole in pugno.

Come nell'anno addietro, quando aveva sottratto circa 500 euro dalle casse della stazione di rifornimento, il commando ha minacciato il titolare, costringendolo a consegnare i contanti: una somma di poco inferiore ai mille euro. Un'azione fulminea, di alcuni secondi, alla quale è seguita la fuga dei tre, nell'incredulità della vittima, lasciata nel panico  Sono saliti a bordo di una Fiat Punto risultata rubata a Melissano nella notte prima dell'episodio, per poi dileguarsi per le vie adiacenti. Sul posto sono intervenuti  i carabinieri della compagnia di Casarano, per avviare immediatamente le indagini.

Alcuni istanti successivi alla rapina, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto l'autovettura utilizzata per mettere a segno il colpo. I tre malviventi l'avevano abbandonata sulla via che congiunge Ruffano  a Supersano. I militari, intanto, si sono impossessati dei nastri del sistema di videosorveglianza, sperando di rintracciare, a breve, i responsabili del colpo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commando armato nel distributore. Stesso giorno, un anno dopo

LeccePrima è in caricamento