Lunedì, 2 Agosto 2021
Casarano Via Firenze, 2

Aree di sosta a pagamento: richiesta di chiarimenti al sindaco

Il Meet-Up "Casarano 5 Stelle" ha portato all'attenzione del sindaco Stefano, alcune richieste di chiarimento in merito a delle questioni riguardanti il servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento

CASARANO - Il 18 Marzo 2013, noi cittadini appartenenti al Meet-Up "Casarano 5 Stelle" abbiamo portato all'attenzione del Sindaco di Casarano, Giovanni Stefano, alcune richieste di semplice chiarimento in merito a delle questioni riguardanti il servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento con parcometri elettronici.

Da una determina comunale abbiamo appreso che alla società vincitrice del bando di gara, la "S.I.S. Segnaletica Industriale Stradale s.r.l.", viene riconosciuta una percentuale del 71% dei soldi inseriti nei parcometri elettronici, il 15% delle multe effettivamente incassate, oltre ad un ulteriore compenso di €30.000,00 annui.
 

Escludendo il 71% dei soldi inseriti nei parcometri, tutto ciò ci risulta non essere presente tra le "condizioni" riportate nel bando di gara nel momento in cui veniva indetto, e sembra contrastare con l'art. 208 del Codice della Strada e la Sentenza n. 10620/2010 della Corte di Cassazione. Per tale ragione il responsabile per la Puglia del Comitato strisce blu ha presentato denuncia alle autorità giudiziarie competenti, sostenendo che l'intero importo derivato dalle sanzioni debba rimanere nelle casse comunali e, di queste, il 50% sia vincolato alla manutenzione stradale comunale, mentre il restante possa essere usato per altri scopi purché rimanga nell'ambito "pubblico".

Il riconoscimento del 15% alla "S.I.S. Segnaletica Industriale Stradale s.r.l." delle multe incassate è decisamente immorale, in quanto incoraggia, sprona ed incentiva i funzionari preposti a multare i cittadini e riduce al minimo il loro grado di tolleranza, perché direttamente interessati in tal modo ad incrementare i guadagni.
Infine, per quanto riguarda i 30.000,00 annui che il comune riconosce alla società in questione, che non erano presenti tra le condizioni del bando ci chiediamo:
A che titolo vengono riconosciuti?

Sicuramente la collettività casaranese non si trova in condizioni tali da poter rimanere indifferente a questo tipo di situazioni, quantomeno ambigue e scellerate.  Ci auguriamo che il Signor Sindaco possa dare al più presto chiarimenti in merito e che fughi ogni dubbio su queste vicende.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree di sosta a pagamento: richiesta di chiarimenti al sindaco

LeccePrima è in caricamento