Mercoledì, 4 Agosto 2021
Casarano

Sede del Giudice di pace: appello alla Circoscrizione per dividere le spese

Il Comune di Casarano ha convocato le municipalità vicine per ragionare sulla ripartizione dei costi per il mantenimento dell'ufficio: per il momento, c'è una disponibilità di massima, dopo il primo incontro interlocutorio

CASARANO - Una sola priorità: mantenere la sede l'ufficio del Giudice di pace di Casarano, sopperendo ai costi che questo impegno comporterà a livello finanziario sulle casse del Comune. È questo l'obiettivo che vuole perseguire l'amministrazione, dopo la pubblicazione, lo scorso 14 aprile, sulla gazzetta ufficiale, del decreto del Ministero della Giustizia, che stabilisce modalità, termini e condizioni per mantenere le sedi per i comuni che ne avevano fatto richiesta.

Con deliberazione della giunta del 5 aprile 2013, il Comune aveva espresso formale assenso al mantenimento della sede e presentata istanza al Ministero, ma, in questa fase, è chiamato a partecipare attivamente al sostegno delle spese della sede e fornendo il personale di cancelleria. Il Comune si è attivato per ragionare sulla ripartizione dei costi tra i Comuni della circoscrizione, al fine di arrivare preparati alle scadenze stabilite.

Il vicesindaco, Adamo Fracasso, e l’assessore, Laura Parrotta, si sono fati promotori di un incontro con i sindaci di Matino, Ruffano, Supersano, Taviano e la camera forense di Casarano. Nell'appuntamento interlocutorio, Fracasso ha sottolineato che “mantenere la sede è di primaria importanza per i cittadini della circoscrizione e per gli operatoti delle giustizia. Gli ulteriori costi da sostenere per gli spostamenti a Lecce potrebbero far desistere molti dal ricorrere allo stesso primario diritto alla difesa". La maggioranza dei comuni presenti ha chiaramente affermato la propria disponibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sede del Giudice di pace: appello alla Circoscrizione per dividere le spese

LeccePrima è in caricamento