Casarano

Non era tenuto a versare contributo per la costruzione: il Comune dovrà risarcirlo

Il Tar di Lecce ha dato ragione a un cittadino di Casarano: ha versato una somma pe il cosiddetto “Piano casa”, pur effettuando soltanto una ristrutturazione

Il Tar di Lecce

LECCE  - Il Tar di Lecce ha ritenuto fondato il ricorso proposto contro il Comune di Casarano da parte di un cittadino. Quest’ultimo, residente nella cittadina del basso Salento, ha versato un importo non dovuto per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento di edifici unifamiliari.

Difeso dagli avvocati Alessandro Antonio Murrieri ed Elena De Lorenzis, ha chiesto al giudice di rivedere le somme versate al municipio casaranese, da lui ritenute ingiuste, versate per un progetto di ampliamento del 20 per cento della propria abitazione, il cosiddetto “Piano casa”. Il contributo di costruzione non è però dovuto per le opere di ristrutturazione e di ampliamento, qualora non superi quella percentuale.

Con una sentenza, depositata lo scorso 24 marzo,  il Tribunale amministrativo  ha accolto in pieno la tesi difensiva sostenuta dai legali dell’uomo, e di conseguenza ha condannato l’amministrazione comunale al rimborso delle somme indebitamente corrisposte.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non era tenuto a versare contributo per la costruzione: il Comune dovrà risarcirlo

LeccePrima è in caricamento