menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pattuglia dell'istituto di vigilanza

Una pattuglia dell'istituto di vigilanza

Due stazioni di servizio e un bar nel mirino dei ladri. Ma i colpi falliscono

Le aree di rifornimento sono state prese di mira dai banditi, che non hanno però rimediato il bottino. Gli agenti della "Fidelpol", li hanno messi in fuga. Un terzo colpo, in un bar, è stato sventato dal Consorzio Vigilanza

CASARANO - Non una, ma due stazioni di servizio, entrambe Q8, ma appartenenti a gestori differenti, sono state prese di mira dai malviventi, tra la tarda serata e la notte di ieri. Il bar del distributore di Casarano, sulla strada provinciale per  Ugento, era già finito sotto i riflettori, appena due settimane addietro, quando il commesso era stato ferito alla testa, con il calcio della pistola, durante una tentata rapina. Intorno alle 22.45 di ieri sera, alcuni banditi hanno dapprima perforato il muro del locale, per poi entrare e rovistare nell'esercizio. Non essendo riusciti a rintracciare alcun bottino, si sono impossessati della slot -machine, vuota anche quella, che hanno poi abbandonato nel piazzale antistante l'area di rifornimento, prima di darsi alla fuga al sopraggiungere gli agenti dell'istituto "Fidelpol". I vigilanti, intervenuti immediatamente sul posto, allo scattare dell'allarme collegato con la centrale operativa, hanno allertato le forze dell'ordine  e il proprietario dell'esercizio. Sul posto nessuna traccia, neppure gli arnesi utilizzati per effettuare il foro sulla parete esterna. Le telecamere dell'attività, che non sono collegate con l'istituto di vigilanza, erano per giunta spente. Dettaglio che non agevolerà certamente il lavoro degli inquirenti.

Numerosi indizi su cui lavorare, invece, sono rimasti in una seconda area di servizio, per coincidenza sempre Q8, situata sulla via provinciale per Maglie, a Collepasso. Anche in questo episodio, avvenuto intorno all'una, è scattato l'antifurto, collegato con la sala intervento dell'istituto di vigilanza privata "Fidelpol", e i ladri sono stati messi in fuga. Sul posto,  gli agenti si sono trovati di fronte ad una finestra mandata in frantumi, nella parte posteriore dell'edificio, e ad alcune impronte di scarpe, molto visibili sul muro. Per introdursi nei locali, i malviventi si sarebbero serviti di un cassonetto per i rifiuti. Ma, una volta all'interno, non sarebbero tuttavia riusciti ad asportare nulla. Anche nell'area di rifornimento di Collepasso, sono purtroppo assenti le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Un paio d'ore più tardi, nel cuore della notte, il personale dipendente di un altro istituto, Consorzio vigilanza di Surbo, è intervenuto presso il "Salent club Cafè" del posto. Alcuni malviventi a bordo di una Mini Cooper di colore grigio, hanno danneggiato il contenitore dell'antifurto, scattato tempestivamente, dandosi ad una fuga repentina. Allertate, le forze dell'ordine sono intervenute sul posto per la raccolta di elementi utili alle indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento