menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte del materiale sequestrato.

Parte del materiale sequestrato.

In trasferta con mazze e catene, sette tifosi del Casarano finiscono nei guai

La polizia li ha denunciati nel corso di controlli prima della sfida in casa della Nocerina. Il materiale era stato celato in una borsa

NOCERA INFERIORE – Da Casarano erano partiti in una cinquantina, per la sfida al “San Francesco” di Nocera Inferiore, ma sette di loro sono rientrati nel Salento con denunce e presto subiranno anche il Daspo.

Sono gli occupanti di un minivan che facevano parte della più ampia carovana di tifosi al seguito dei rossoblù, reduci – per la cronaca sportiva – da un pareggio (2 a 2, reti di Mincica e Foggia per il Casarano, doppietta di Liurni per i campani).  A fermarli, domenica scorsa, con le accuse di violazione delle leggi sulla violenza nelle manifestazioni sportive  e porto di armi e oggetti atti a offendere, sono stati gli agenti di polizia in servizio di ordine pubblico, in occasione della gara valevole per il campionato di Serie D.

La carovana è stata intercettata anticipatamente all’altezza dello svincolo di Mercato San Severino. Era composta da tifosi casaranesi a bordo di minivan e auto private. Tuti i veicoli sono stati sottoposti ad accurati controlli e, in un caso, è spuntata una borsa contenente petardi, fumogeni, catene, noccoliere e altri oggetti contundenti di vario genere, ma anche dei tondini in ferro tagliati in modo da risultare affilati e acuminati.  

A bordo del veicolo, come detto, erano in sette, fra cui un uomo con precedenti per reati di violenza commessi sempre in occasione di manifestazioni sportive. Il materiale è stato sequestrato e i sette non hanno potuto proseguire il viaggio verso lo stadio, a differenza degli altri, regolarmente scortati fin nel loro settore. Non si sono comunque verificati incidenti e contatti tra le due tifoserie. 

E’ già la seconda volta, in questa stagione, che la tifoseria casaranese finisce nell’occhio del ciclone. A settembre, infatti, durante il derby disputato in casa con il Taranto, si erano verificati accesi scontri fra i gruppi che hanno portato, al momento, a ben ventitré denunce (tra una fazione e l’altra), con altrettanti Daspo in arrivo, e con indagini della Digos che sono ancora in corso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento