Martedì, 15 Giugno 2021
Casarano

Via libera alla costruzione: fine dell'odissea per la quarta torre del "Ferrari"

La Asl passa alla fase operativa del progetto di ammodernamento dell'ospedale: 14,2 milioni di euro la spesa che comprende anche l'acquisto di nuove tecnologie per diagnosi e cura

CASARANO – La posa della prima pietra è più vicina: dopo uno stallo lungo 10 anni, sembra essere tutto pronto per la costruzione del 4° padiglione dell’ospedale “Ferrari”. Il progetto, finanziato con più di 14 milioni di euro, era sul tavolo della prima giunta regionale guidata da Nichi Vendola ed era nato con l’obiettivo di ingrandire ed ammodernare il nosocomio di Casarano.

Ora la Asl comunica che è finalmente tutto pronto per passare alla fase operativa: la 3° torre sarà interessata da un intervento di ristrutturazione mentre la 4° costruita ex novo, come da programma.  

La direzione generale ha infatti approvato la delibera di approvazione del progetto, inserito nel Programma di investimenti sanitari ex articolo 20 della legge 67/88.  Via libera, quindi, ai lavori di completamento e adeguamento a norma, attrezzature tecnologiche e accreditamento delle strutture.

La Asl ha provveduto anche ad aggiornare il progetto, adeguandolo alla normativa di prevenzione degli incendi. A queste novità nel frattempo si sono aggiunte la normativa sul risparmio energetico e il nuovo Piano di riordino regionale. La direzione strategica ha dato mandato al responsabile unico del procedimento (Rup) e alla ditta appaltatrice di provvedere ad armonizzare l’intero impianto progettuale.

L’ammodernamento dell’ospedale di Casarano prevede anche un “pacchetto” di 2 milioni di euro destinato all’aggiornamento tecnologico e l’acquisto di tecnologie diagnostiche e di cura. “Un investimento che consentirà al “Ferrari” di rimettersi al passo con i tempi e le norme di settore e, nello stesso tempo, essere in grado di offrire la migliore e più adeguata assistenza sanitaria”, commentano i vertici di via Miglietta.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera alla costruzione: fine dell'odissea per la quarta torre del "Ferrari"

LeccePrima è in caricamento