Sabato, 25 Settembre 2021
Galatina Galatina

La Scuola di volo compie 75 anni: festa con Frecce tricolori e consegna “delle aquile” ai nuovi piloti

La cerimonia in mattinata, presso l’aeroporto “Fortunato Cesari” dove 28 nuovi piloti hanno conseguito il brevetto. Presenti anche il capo di Stato maggiore della Difesa e quello dell’Aeronautica militare

GALATINA – L’inno nazionale italiano è stato seguito da quello austriaco. Poi anche da quello greco. La cerimonia per il 75esimo anniversario dalla costituzione della Scuola di volo di Galatina presso l’aeroporto “Fortunato Cesari”, del resto, si è svolta all’insegna dell’internazionalità. Oltre alle autorità civili, presenti infatti i piloti e gli allievi della scuola dell’Aeronautica militare provenienti da oltre dieci Paesi stranieri.

 A presenziare la speciale ricorrenza, anche il capo di Stato maggiore della Difesa, il generale Enzo Vecciarelli e il generale Alberto Rosso, capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare. In 28 (tra i quali allievi di nazionalità greca e austriaca) hanno ricevuto oggi la consegna delle cosiddette “aquile”, il brevetto che riconosce formalmente agli ufficiali il titolo di “piloti”. La scuola di volo non si è mai fermata dal 10 settembre del 1946. Neppure durante le restrizioni imposte dalla pandemia: sono infatti 18mila e 550 le ore (alcune delle quali effettuate ai simulatori) con cui i superesperti dei cieli si sono esercitati negli ultimi mesi.

A conseguire il titolo non soltanto i militari dell’Aeronautica del 61esimo Stormo galatinese (guidato dal colonnello Filippo Nannelli), del 72esimo Stormo di Frosinone e del Centro addestramento Multi Crewdi Pratia di Mare, ma anche dipendenti di altre forze dell’ordine, come la capitaneria di porto, tre vigili del fuoco e un militare della guardia di finanza che hanno inteso specializzarsi anche sulla formazione aerea. Accompagnati dai propri cari, hanno festeggiato oggi il termine del loro iter formativo.

Il video: il Capo di Stato maggiore della Difesa e quello dell’Aeronautica militare

I mezzi aerei della scuola di volo salentina sono stati esposti al pubblico in un percorso storico allestito negli hangar: dal primo modello degli anni Quaranta fino al più recente, innovativo, utilizzato dagli allievi piloti in tandem assieme al proprio istruttore (visibili nella gallery fotografica). La celebrazione dell’anniversario (per l'occasione la rivista dell'Aeronautica ha dedicato uno speciale) si è conclusa con l’attività in volo di numerosi velivoli, tra cui quelli utilizzati per l’addestramento dai vari comandi scuola.

Infine, l’esibizione della pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori: presenza, questa, che ha confermato il prestigio dell'aaeroporto salentino. All’interno del suo villaggio (nel quale orbitano circa mille e 200 tra militari, famigliari e tutto l’indotto che ne consegue) le piste sono spesso utilizzate come scalo tecnico, senza contare la strategicità della sua posizione che, nel Mediterraneo, rappresenta un punto di riferimento anche in vista di nuovi scenari geopolitici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Scuola di volo compie 75 anni: festa con Frecce tricolori e consegna “delle aquile” ai nuovi piloti

LeccePrima è in caricamento