Lunedì, 26 Luglio 2021
Galatina

Fuoco al mezzo di un macellaio. Incastrato grazie ai vestiti intrisi di benzina

Un 24enne di nazionalità senegalese è finito in manette perché ritenuto il responsabile di quanto accaduto lunedì. Intorno alle 15, qualcuno aveva dato alle fiamme il mezzo di un macellaio di Galatina, distruggendolo: il calore aveva deformato persino le finestre

Il commissariato di Galatina

GALATINA – Cinque ore, ininterrotte, di indagini e raccolta di elementi, e il caso è stato risolto. Alle 20 di lunedì sera, Mamadou Sakho, un 24enne di nazionalità senegalese, sena fissa dimora, è stato fermato dagli agenti di polizia del commissariato di Galatina, coordinati dal vicequestore aggiunto Giovanni Bono. Il giovane è finito in manette con l’accusa di danneggiamento. Soltanto nel pomeriggio, infatti, la Volskwagen Golf di un macellaio, G.G.,un 56enne della cittadina, è stata data alle fiamme e completamente distrutta, all’altezza del civico 64 di via Beato Angelico.

Accorso sul luogo dell’incendio assieme i vigili del fuoco, il personale del commissariato ha raccolto le dichiarazioni di un vicino di casa del commerciante, il quale ha fornito una dettagliata descrizione di un ragazzo di colore che, pochi istanti prima, aveva cosparso il veicolo di liquido infiammabile per poi appiccarvi il fuoco, divampato in più punti del mezzo, fino a deformare i vetri delle finestre dell’abitazione.

SAKHO Mamadou-2Rintracciato poco dopo, grazie alla descrizione degli abiti, il 24enne indossava ancora la maglia intrisa di un intenso odore di benzina. Durante la perquisizione all’interno delle tasche dello zaino, gli agenti hanno rinvenuto due bottiglie in plastica, contenenti liquido infiammabile, un paio di accendini ed uno scontrino emesso da un bar adiacente ad un distributore di carburante e distante poche centinaia di metri dal luogo dell’incendio.

Condotto in negli uffici per ulteriori accertamenti, il ragazzo è stato identificato come l’autore dei fatti, scaturiti con ogni probabilità da un diverbio avvenuto, nei giorni scorsi, tra l’autore del reato ed il figlio del proprietario dell’auto. Su disposizione del pm di turno, Donatina Buffelli, il ragazzo è stato condotto presso il carcere di Borgo San Nicola.

                         

                                                                       

                                                                                        

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuoco al mezzo di un macellaio. Incastrato grazie ai vestiti intrisi di benzina

LeccePrima è in caricamento