Galatina Galatina

“Il peso dei rimorsi”, Galatina celebra l’antropologo De Martino a 50 anni dalla morte

Galatina rende omaggio a Ernesto De Martino con la rassegna "Il peso dei rimorsi", dedicata al grande antropologo italiano nel cinquantesimo anniversario della sua scomparsa. L’appuntamento è per martedì prossimo, presso il Palazzo della cultura della cittadina. L’evento è promosso dal Comune di Galatina e organizzato in collaborazione con Meditfilm

Un fotogramma del corometraggio

GALATINA  - L'appuntamento di Galatina è uno della nazione, e ricade all'interno di una serie di incontri e dibattiti organizzati in numerose città italiane, curati dall'Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani, l'Associazione internazionale Ernesto De Martino, la Fondazione Premio Napoli, l'Università di Ginevra, la Scuola di specializzazione in Beni demoetnoantropologici dell'Università di Perugia, la Fondazione Istituto Gramsci e la Fondazione Angelo Celli.

La scelta della cittadina non è un caso: è lì che, nel 1959, il ricercatore Ernesto De Martino, e tutto il suo team di studiosi, fece tappa per studiareper studiare a fondo, per la prima volta in maniera organica e multidisciplinare, il fenomeno del tarantismo: da quella spedizione scaturì il celebre saggio “La terra del rimorso”, oggi tradotto, conosciuto e studiato in numerosi Paesi del mondo.

Ma la tappa galatinese della celebrazione vuole rendere omaggio ad un de Martino meno conosciuto e al suo travagliato percorso ideologico e politico, che lo ha visto protagonista, dagli anni 40 agli anni 60, del panorama intellettuale italiano, insieme ad altri illustri personaggi che ne hanno segnato la formazione e con alcuni dei quali egli stesso ha intrattenuto una intensa dialettica intellettuale: Gramsci, Croce, Pavese e molti altri.

Il convegno sarà accompagnato da una mostra fotografica dal titolo “Il cattivo passato” e dalla “Breve rassegna Luoghi e Visioni” a cura di Meditfilm, un percorso di antropologia visiva che prevede la proiezione di alcuni documentari etnografici e la presentazione in anteprima del cortometraggio “Equilibri nel tempo” prodotto da Meditfilm, scritto e diretto da Fabrizio Lecce. Al convegno prenderanno parte Cosimo Montagna, sindaco di Galatina, Daniela Vantaggiato, assessore comunale alla Cultura, Pietro Clemente dell’Università di Firenze,

Riccardo Di Donato, dell’Università di Pisa, Carlo Alberto Augieri ed Eugenio Imbriani (dell’ateneo salentino. A moderare gli interventi, Mario Lombardo, docente dell’Università del Salento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il peso dei rimorsi”, Galatina celebra l’antropologo De Martino a 50 anni dalla morte

LeccePrima è in caricamento