Galatina Galatina

Due fratelli si ribellano alla perquisizione: calci e pugni contro i carabinieri

Di 35 e 39 anni, sono stati fermati con una terza persona. Solo una radiografia ha consentito di individuare un involucro nell'ampolla rettale del più giovane. Dentro c'erano 40 grammi di eroina. Altra droga nelle camere da letto dei due: arrestati

GALATINA – Calci, pugni e gomitate ai carabinieri che volevano procedere a una accurata perquisizione. Un parapiglia con calci, pugni e gomitate si è scatenato questa notte nei locali della stazione dei carabinieri di Galatina. A menare le mani due fratelli Patrizio e Antonio Massimiliano Paolì, rispettivamente di 35 e 39 anni, entrambi di Galatina e noti alle forze dell’ordine.

Sono stati alla fine arrestati per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale: il minore, su disposizione del pubblico ministero di turno, Carmen Ruggiero, è finito nel penitenziario di Borgo San Nicola, mentre per l’altro sono scattati i domiciliari. Il primo aveva un involucro, con 40 grammi di eroina, la cui presenza nell’ampolla rettale è stata accertata da una radiografia effettuata presso l’ospedale di Gallipoli.

Ed è proprio per evitare il rinvenimento alquanto “scomodo” della droga che si è scatenata la violenta resistenza alla perquisizione, mentre quella nei confronti del congiunto e della terza persona che si trovava con loro aveva già dato esito negativo. Quella scoperto dall’esame strumentale e successivamente recuperato, non è stato l’unico quantitativo illecito sequestrato perché l’ispezione domiciliare ha consentito di trovare, nella camere da letto fratelli, 90 grammi di marijuana, 80 di hashish ed un altro di eroina, oltre a materiale per il confezionamento.

I tre erano stati fermati, nel corso di un’attività di un’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti, a bordo di una Fiat Punto, condotta dall’uomo poi risultato estraneo ai fatti contestai ai fratelli Paolì, difesi dall’avvocato Carlo Gervasi del Foro di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due fratelli si ribellano alla perquisizione: calci e pugni contro i carabinieri

LeccePrima è in caricamento