Domenica, 1 Agosto 2021
Galatina

Le "aquile" pronte a spiccare il volo. Terminato l'addestramento dei nuovi piloti

La cerimonia della "Consegna delle Aquile" si terrà venerdì 30 agosto alle 11, presso l'hangar dell'aeroporto "Cesari". Oltre agli allievi ufficiali piloti italiani, ve ne saranno anche quattro ufficiali dell'Aeronautica della Repubblica di Singapore. Sarà presente il generale di squadra aerea Mario Renzo Ottone

GALATINA - L’aquila turrita, simbolo del pilota militare, aspetta solo di essere appuntata sull’uniforme di quattro allievi ufficiali piloti del corso “Ibis V”. Per loro, è ormai vicino l’atteso momento della “Consegna delle Aquile”. La cerimonia si terrà venerdì 30 agosto alle 11, come di consueto nell’hangar centrale dell’Aeroporto militare “Cesari” di Galatina. Ma non solo. A testimonianza dell’impegno internazionale assunto già da qualche anno dalla scuola di volo salentina, a ricevere l’aquila ci saranno anche quattro ufficiali della Rsaf (Aeronautica della Repubblica di Singapore), che hanno concluso in questi giorni l’addestramento al pari dei colleghi italiani.

La cerimonia sarà presieduta dal generale di squadra aerea Mario Renzo Ottone, comandante delle scuole dell’Aeronautica militare/3ª regione aerea. Come da tradizione, sarà suo il compito di appuntare l’aquila sul petto dell’allievo primo classificato. Saranno presenti autorità civili e militari, oltre ai familiari dei piloti e a tutto il personale dell’aeroporto, schierato per l'occasione.

Per il Colonnello Sergio Cavuoti, comandante del 61° Stormo, “la consegna del brevetto di pilota militare rappresenta non solo una tappa fondamentale nella vita professionale di un pilota e il momento conclusivo di un impegnativo ciclo d’addestramento, ma è anche motivo di orgoglio per tutto il territorio salentino, che da sempre ospita e supporta una base aerea in possesso di capacità uniche nel panorama europeo e mediterraneo, tanto più che la Scuola di volo salentina è da tempo impegnata in un processo di crescita.” Spicca, in tal senso, il sistema d’addestramento T-346, oramai in via di completamento.

Per i nuovi piloti comincia ora una seconda fase: coloro i quali sono destinati alle linee aerotattiche (Tornado, Amx ed Eurofighter), proseguiranno per altri sei mesi il proprio addestramento presso il 61° Stormo, frequentando il corso Lift (Lead in fighter training). Gli altri ufficiali saranno invece assegnati ai reparti di destinazione per essere impiegati sui velivoli convenzionali utilizzati nelle linee di trasporto, supporto, ricerca e soccorso aereo. Anche i piloti singaporiani frequenteranno il corso Lift e successivamente faranno rientro in patria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "aquile" pronte a spiccare il volo. Terminato l'addestramento dei nuovi piloti

LeccePrima è in caricamento