rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Galatina Galatina

Morte della sua ex, per la Procura si trattò di un omicidio volontario

La Procura della Repubblica di Lodi ha richiesto l'arresto per Carmine Buono, 55enne di Galatina, accusato di avere ucciso la sua ex Antonia Bianco, 43 anni, italo argentina, uccisa con una stilettata inferta al cuore

MILANO  – Colpo di scena per un caso avvenuto in Lombardia, ma che tocca anche il Salento. La Procura della Repubblica di Lodi, infatti, ha richiesto l’arresto per Carmine Buono, un 55enne originario di Galatina, residente nel lodigiano, accusato di avere ucciso la sua ex compagna, Antonia Bianco, 43enne, italo-argentina, colpita con una stilettata al cuore, forse con un coltellino svizzero, a San Giuliano Milanese. Il fatto è avvenuto la sera del 13 febbraio scorso, in via Turati, nei pressi dell'abitazione dell'ex compagno.

Così, quella che in un primo momento era sembrata una morte causata da un malore, dopo un diverbio fra i due, è diventata, secondo gli inquirenti prima omicidio colposo, poi volontario, aggravando la posizione di Buono, che ora si trova in cella.  

Gli accertamenti, infatti, svolti nel corso dell'autopsia, hanno evidenziato una lesione da punta al cuore in un primo momento quasi impercettibile, eppure tanto profonda, da causare il deceso. La donna, madre di tre figli, risulta avesse già denunciato per stalking il suo ex, che era già stato indagato dai carabinieri nel febbraio scorso. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte della sua ex, per la Procura si trattò di un omicidio volontario

LeccePrima è in caricamento