Galatina Galatina

Multimedia: il ministro Brunetta all'Itc di Galatina

La scuola del futuro arriva all'istituto tecnico commerciale e per il turismo "Michele Laporta". Il 31 l'inaugurazione del progetto di apprendimento e organizzazione multimediale. Presente il ministro

itc

La scuola del futuro arriva all'istituto tecnico commerciale e per il turismo "Michele Laporta" di Galatina. Il 31 gennaio si terrà la cerimonia di inaugurazione dell'ambizioso progetto di apprendimento e organizzazione scolastica multimediale-interattiva "Centro di eccellenza". Ospiti d'onore dell'evento, il ministro della pubblica istruzione Renato Brunetta e Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di Microsoft Italia. Presenti inoltre, il dirigente scolastico dell'Itc, Angelo Rampino, il direttore generale dell'ufficio scolastico regione Puglia, Lucrezia Stellacci e il sindaco di Galatina, Sandra Antonica, oltre naturalmente ai docenti e agli studenti della scuola. L'Itc di Galatina, unico in Italia ad usufruire dell'iniziativa, dovrebbe in questo modo diventare un punto di riferimento per l'intero sistema scolastico nazionale.

Il progetto, della durata triennale, prevede la realizzazione di un modello si apprendimento che coinvolga tutti gli attori coinvolti direttamente o indirettamente con il mondo della scuola (genitori, enti, aziende, associazioni, ecc.), il cui lavoro sinergico, come emerge dal comunicato stampa che presenta l'iniziativa "contribuisce al miglioramento e al potenziamento delle conoscenze, della formazione culturale, professionale e umana degli studenti". "Tutto questo"- viene inoltre spiegato- al fine di "acquisire conoscenze competenze e capacità spendibili, sia nel territorio nazionale che internazionale, e necessari per il proseguimento degli studi universitari o per l'inserimento nel mondo del lavoro".

Co-protagonista di questo progetto è la Microsoft Italia, che permetterà di soddisfare le esigenze di multimedialità che l'iniziativa inevitabilmente necessita. Fra gli "strumenti di lavoro" che la realizzazione del "centro di eccellenza" prevede, l'applicazione di strumenti e tecnologie d'avanguardia, attrezzature tecnico-scientifiche e server di rete, rappresenterà il necessario presupposto per l'utilizzo sia di tutti quei dispositivi che permettono al contempo di ridurre a zero i tempi della comunicazione e di coinvolgere tutti gli attori coinvolti nel sistema scuola (docenti, alunni, famiglie, ufficio scolastico provinciale e regionale, ministero della Pubblica istruzione e Unione europea), come le chat, i forum, e il servizio di posta elettronica, sia di quegli strumenti più propriamente didattici, come la creazione di ambienti di apprendimento multimediali e interattivi, argomenti ipertestuali, linguaggi digitali, linguistici, visivi e sonori.

"Questo nuovo modo di fare scuola - come precisato- non sostituisce integralmente quello attuale ma è complementare alla didattica tradizionale, gestita mediante l'innovazione informatica e tecnologica. La nuova gestione multimediale faciliterà l'attuazione, verifica, monitoraggio, valutazione e certificazione delle otto competenze chiave richieste dalla raccomandazione del parlamento e Consiglio Europeo del 18 dicembre 2006: imparare ad imparare, progettare, comunicare, collaborare e partecipare, agire in modo autonomo e responsabile, risolvere problemi, individuare collegamenti e relazioni, acquisire ed interpretare l'informazione elaborando criticamente il messaggio e valutandone l'attendibilità e l'utilità".

Il dirigente scolastico sottolinea inoltre, come questa opportunità "offrirà all'istituto la possibilità di raggiungere gli obiettivi definiti dal Consiglio europeo di Lisbona del 23-24 marzo 2000 e che, sicuramente, contribuiranno a promuovere l'occupabilità, la coesione sociale, la cittadinanza attiva e la realizzazione personale e professionale degli allievi." Infine, e proprio a sottolineare il carattere concreto dell'iniziativa, il progetto prevede la possibilità ai migliori diplomati di questo Itc, di partecipare ad un tirocinio presso le aziende partner di Microsoft"; si propone quindi, nelle intenzioni dei soggetti promotori, di fornire un esempio di apprendimento virtuoso, integrato e sinergico, all'interno di un sistema scolastico troppo spesso al centro di polemiche e di accuse di inefficienza, disorganizzazione e strumentalizzazione politica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multimedia: il ministro Brunetta all'Itc di Galatina

LeccePrima è in caricamento