Mercoledì, 23 Giugno 2021
Galatina Corso Porta Luce

Assalto in banca con pistole e walkie talkie. Ma il colpo fallisce

Due individui hanno tentato una rapina, accedendo da un foro eseguito sul muro. La cassaforte temporizzata li ha messi in fuga. Poche ore dopo, un'altra coppia ha minacciato un 62enne, facendosi consegnare orologio e contanti

La banca presa di mira dai rapinatori (foto di Antonio Quarta, tutti i diritti riservati).

 

 

GALATINA -  Evidentemente, lavoravano sul progetto ormai da giorni. Avevano, infatti, effettuato un foro sulla parete di una casa adiacente e disabitata,  in via Cavazza, e sfruttando un'intercapedine, ieri hanno tentato il colpo. Due uomini, abiti scuri addosso, poco prima delle 14 di ieri, hanno fatto irruzione nella filiale della banca Unicredit, all'interno dell'ex Palazzo Rigliaco, in corso Porta Luce, nel centro di Galatina.

 

Si sono presentati col volto coperto da passamontagna e, armati di pistola, hanno minacciato i tre dipendenti dell'istituto di credito, presenti all'interno assieme a due clienti. Sporchi di calce - eredità delle acrobazie eseguite durante il singolare accesso ai locali - i due autori del gesto hanno intimato ai bancari di aprire la cassaforte. Il deposito a muro, temporizzato, ha condannato immediatamente il colpo al fallimento. I due si sono ritrovati a gettare la spugna, guadagnando l'uscita nuovamente dalla breccia sul muro, per poi dileguarsi per le vie adiacenti. Ad attenderli, per strada, quasi certamente un terzo complice. Un sospetto, sorto agli agenti di polizia del commissariato locale, dopo aver ascoltato i testimoni della tentata rapina: i malviventi, infatti, hanno fatto irruzione in banca, equipaggiati anche di due walkie-talkie. Con ogni probabilità, collegati con uno o più "pali" esterni. Dopo aver avviato le indagini, gli inquirenti, in queste ore, stanno anche visionando le immagini riprese dalle sistema di videosorveglianza.

 

Ma fallito il tentativo di rapina, alla città di Galatina non è stata comunque concessa una tregua. Poche ore più tardi, intorno alle 16, un'altra coppia di malviventi- se non fosse per il giubbotto bianco di uno dei due, si penserebbe agli stessi autori - ha costretto un uomo di 62 anni del posto,appena uscito da lla propria abitazione, nei pressi di piazzetta Orsini, ad abbandonare la Bmw sulla quale stava montando. Sotto la minaccia di una pistola, col volto coperto, hanno sferrato un colpo violento all'occhio dell'uomo, per poi impossessarsi delle chiavi del suo mezzo. Non contenti, gli hanno strappato l'orologio dal polso, del valore di alcune centinaia di euro, e si sono impossessati anche del portafogli della vittima, contenente la somma di 750 euro.

Distratti da alcuni rumori sopraggiunti, i due si sono poi dati alla fuga, dileguandosi senza lasciare traccia. Sul'accaduto, indagano i carabinieri della stazione locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto in banca con pistole e walkie talkie. Ma il colpo fallisce

LeccePrima è in caricamento