Galatina

Pazienti Covid o famigliari di chi non ce l’ha fatta: a Galatina psicologo e gruppo di auto-aiuto

Potenziato il servizio di supporto psicologico per coloro che sono positivi, o per quelli che invece hanno perduto una persona cara. Da oggi anche un gruppo per portare in campo la propria esperienza

L'ospedale di Galatina.

GALATINA – Pazienti o familiari  di coloro positivi al Covid, guariti o purtroppo deceduti, potranno contare sul sostegno psicologico presso il reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Galatina, diretto dal medico Paolo Tundo. Da oggi, per loro, anche un gruppo di autoaiuto. Un servizio per affrontare e lenire gli effetti della pandemia, dall'isolamento a un ricovero ospedaliero, dal senso di colpa per i contagi provocati alla drammatica perdita di una persona cara.

Ansia e depressione persistono a lungo anche dopo la guarigione, perché spesso i pazienti non recuperano rapidamente un totale benessere fisico e psichico. Per questo motivo, ormai da marzo 2020, nel reparto Malattie infettive dell’ospedale di Galatina è attivo un servizio di sostegno psicologico, a cura della esperta Danila Teco, con incontri che si tengono in presenza o da remoto, tramite videochiamata.

Recentemente è stato attivato anche un gruppo di auto-aiuto, con l’obiettivo di sfruttare ogni potenziale percorso professionale per favorire un adeguato recupero psichico. Per prenotare un appuntamento si può chiamare lo 0836-529613, dal lunedì al giovedì, dalle ore 9 alle ore 12 oppure inviare mail a infettivi.pogalatina@ausl.le.it indicando nome cognome e numero di telefono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazienti Covid o famigliari di chi non ce l’ha fatta: a Galatina psicologo e gruppo di auto-aiuto

LeccePrima è in caricamento