Galatina

Tap in fiera per parlare di gas e turismo: Il Comune si tira indietro: “Inaccettabile”

L'amministrazione comunale ha ritirato il proprio stand dall'International Tourism Market che si chiude domani nel quartiere fieristico. Gli organizzatori replicano: "Non è uno sponsor, ha comprato uno spazio. Ben 40 Comuni presenti nella rassegna"

La piattaforma utilizzata da Tap per alcuni sondaggi in mare.

GALATINA – Il Comune prende le distanze dalla manifestazione fieristica sul turismo per la presenza di uno stand di Tap. Accade a Galatina, dove la locale amministrazione ha ritirato la propria partecipazione all’International Tourism Market (Itm), in programma da giovedì e fino a domani, sabato, nel quartiere fieristico. E dopo le polemiche di giugno per la sponsorizzazione alla festa di San Pietro e Paolo si apre un altro fronte.

Per il sindaco Cosimo Montagna, la sua vice, Roberta Forte e l’assessore al Turismo, Alberto Russi, la costruzione del gasdotto che prevede l’approdo a San Foca è incompatibile con la vocazione turistica del territorio salentino: “E’ inaccettabile il subdolo tentativo di Tap di infiltrarsi nel nostro tessuto economico, sponsorizzano eventi e manifestazioni, addirittura spacciandosi come valido sostegno del settore turistico, che sarebbe il primo ad essere compro-messo dal suo insediamento, millantando a proprio favore strabilianti studi da lei stessa commissionati, senza alcuna neutralità”.

Marianna Miceli, a nome degli organizzatori di Itm, Apulia Experience e Protem, garantisce che “Tap non è in alcun modo sponsor della nostra iniziativa. La società ci ha chiesto uno stand per rappresentare le ragioni del progetto a bocce ferme e senza pregiudizi, per affrontare la questione da un punto di vista strettamente turistico, dunque in linea con la mission di Itm e noi abbiamo venduto loro lo spazio in questione come avremmo fatto con qualsiasi altro operatore di settore: siamo in democrazia e riteniamo che ognuno abbia il diritto di far sentire la propria voce, regolandosi come crede. E siamo lieti di ospitare per la prima volta un dibattito puramente tecnico e informativo sulle eventuali ricadute ambientali e paesaggistiche dell’impianto, presentando in anteprima nazionale uno studio Ispo sulla compatibilità tra gasdotti e turismo, con  relazione introduttiva curata dal professor Renato Mannheimer, “e successivo dibattito con politici e giornalisti”.

E se da un parte l’amministrazione di Galatina chiede agli altri Comuni della provincia di Lecce unità nell’opposizione la progetto di gasdotto – per l’avvio dei lavori manca l’ultimo passaggio, ovvero l’autorizzazione unica del ministero dello Sviluppo economico -, gli organizzatori della rassegna turistica sottolineano come 40 comuni salentini, compreso quello capoluogo, sono presenti con un proprio stand nel quartiere fieristico “perfettamente consapevoli di non avere nulla a che fare con Tap e con le questioni ad essa connesse”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tap in fiera per parlare di gas e turismo: Il Comune si tira indietro: “Inaccettabile”

LeccePrima è in caricamento