Mercoledì, 16 Giugno 2021
Galatina

Caccia alla banda dei pannelli: in cinque inseguiti dopo il tentato furto

L'inseguimento è scattato nella serata di ieri, alla periferia di Galatina. Una banda, a bordo di un fuoristrada Toyota, risultato rubato a Carovigno, ha cercato di asportare cavi in rame e lastre da un impianto fotovoltaico. Sul posto, vigilanti e carabinieri

Foto di archivio

NOHA (Galatina) – La banda a caccia di pannelli fotovoltaici torna all’azione e ne scatta un inseguimento. Spericolato e pieno di colpi di scena. Il sistema di antifurto si è attivato intorno alle 21,30, e ha allertato le guardie giurate dell’istituto di vigilanza privata sono accorse nei pressi di un impianto in contrada “Gamascia” a Noha, la frazione di Galatina, dove era stato appena tentato un furto.

Le videocamere di sorveglianza, installate all’interno dell’area recintata, hanno immortalato cinque individui, tutti con i volti coperti dai passamontagna. I malviventi hanno reciso la rete metallica, in una sequenza interamente ripresa dagli “occhi elettronici”. Quando i ladri hanno visto giungere i vigilanti si sono dati alla fuga, lasciando il colpo a metà. Ne è scaturito un inseguimento, a bordo di un fuoristrada Toyota, risultato rubato a Carovigno, nell’alto Brindisino, per poi finire in un canale e fuggire attraverso i finestrini del veicolo . Il numero di targa, annotato dai vigilanti, corrisponde peraltro a quella di una Fiat Punto, a sua volta rubata.

Sulle loro tracce si sono messi anche i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli, guidato dal tenente Ferdinando Angeletti. Le ricerche dei cinque individui si sono protratte fino alla notte ma, nonostante la caccia anche tramite l’allestimento di posti di blocco, la banda è riuscita a dileguarsi. Dai primi riscontri sembrerebbe che i cinque ladri siano stati avvistati anche nei pressi di un altro campo fotovoltaico alla periferia di Collepasso.

Le indagini proseguono in tutta la zona, con l’attenzione degli inquirenti concentrata soprattutto nell’area del nord Leccese e del Brindisino. Non è dato sapere se la banda, quasi certamente di professionisti, mirasse alle lastre in silicio o, piuttosto, ai cavi in rame. L’attenzione sul fenomeno dei furti di pannelli e altro materiale resta comunque alta da parte delle forze dell’ordine.

Nel corso degli ultimi mesi si è infatti assistito a un incremento dei colpi da parte di malviventi sempre più specializzati, quasi certamente al servizio di organizzazioni criminali più ampie e coordinate. Come ha del resto dimostrato la recente operazione condotta dall’Arma, pochi giorni prima di Natale, nella quale sono stati eseguite dodici arresti, scattati al termine di un’indagine partita nel mese di luglio del 2013.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia alla banda dei pannelli: in cinque inseguiti dopo il tentato furto

LeccePrima è in caricamento