rotate-mobile
La struttura era inutilizzata / Gallipoli

Accordo con Asl, l’edificio ex Inam sarà la nuova casa delle associazioni

Il Comune di Gallipoli ha perfezionato l’intesa per la cessione in comodato d’uso dell’immobile di via Perrone chiuso da anni dopo il trasferimento degli uffici del distretto sanitario. Dopo la manutenzione si deciderà l’assegnazione ai sodalizi di volontariato

GALLIPOLI - Pronto a tornare a nuova vita l’edificio dell’ex Inam che nel prossimo futuro diventerà la sede di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e altri enti del Terzo settore che svolgono attività nel campo socio-sanitario, socio-educativo e socio-assistenziale a Gallipoli.

L’opportunità di recuperare l’immobile di via Emanuele Perrone (ormai in disuso da diversi anni dopo il trasferimento degli uffici del distretto sanitario della Asl nella sede del vecchio ospedale di lungomare Marconi), è fornita dal perfezionamento degli accordi tra il Comune e la direzione generale della Asl di Lecce.

Già dal 2019 l’amministrazione comunale gallipolina aveva avanzato la richiesta di assegnare in comodato d'uso gratuito al Comune l'immobile affinché lo stesso venisse poi assegnato in uso ai vari organismi associativi operanti sul territorio. E questo anche in virtù delle norme regionali sulla concessione in comodato d'uso degli immobili regionali a enti no-profit che operano in campo socio-sanitario e del volontariato.

A quella richiesta il direttore generale della Asl, Rodolfo Rollo, aveva risposto incaricando  il direttore dell’area tecnica e il direttore dell’area gestione del patrimonio di predisporre l’atto deliberativo per la cessione  dell’immobile di via Perrone.

La Asl ha quindi comunicato al Comune di Gallipoli la volontà di accogliere la richiesta di concessione in comodato d’uso gratuito dell’edificio e nei giorni scorsi è stata trasmessa la bozza del contratto che la giunta comunale ha poi approvato. Nei prossimi giorni l’accordo sarà ratificato con la firma del sindaco Stefano Minerva e del direttore generale Rollo. La durata della concessione sarà di 20 anni dal momento della sottoscrizione e alla scadenza il contratto potrà essere eventualmente rinnovato.

Il dirigente del settore Patrimonio del Comune, dopo la sottoscrizione del contratto di comodato in uso gratuito, disporrà l’apposito sopralluogo al fine di verificare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria necessari per l’utilizzo dell’immobile per poi procedere alla definizione del riutilizzo dell’immobile quale sede delle associazioni di volontariato.

Il Comune ha infatti accettato la concessione dei locali con il fine di utilizzarli quale sede di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e altri enti del terzo settore che svolgono attività nel settore sociosanitario, socio-educativo e socio-assistenziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo con Asl, l’edificio ex Inam sarà la nuova casa delle associazioni

LeccePrima è in caricamento