Gallipoli

Acqua alta nella Baia Verde. Tavolo tecnico a fine ottobre con pool di esperti

Sopralluogo il 27 nella marina per studiare le criticità idrogeologiche. Palumbo: “Chiederemo fondi straordinari alla Regione”

GALLIPOLI -  Dall’esposto contro l’inerzia e il perdurare della problematica degli allagamenti nella marina della Baia Verde al pur minino accenno di pioggia o acquazzone ai primi interventi pianificati del Comune dopo l’ennesima diffida e le sollecitazioni, cadute spesso nel vuoto, al consorzio di bonifica per la pulizia dei canali, e dopo gli impegni assunti in consiglio comunale nella seduta richiesta da cinque consiglieri. Una situazione quella delle criticità idrogeologica della marina del litorale sud che non è certo risolvibile in poco tempo, ma che ormai richiede un'accelerata senza ulteriori lungaggini tecniche e burocratiche. Per questo dopo le sollecitazioni e i contatti avviati per conto del Comune anche dal consigliere comunale Vincenzo Piro, il prossimo 27 ottobre, in mattinata, si svolgerà una riunione tecnica, con relativo sopralluogo, per affrontare da vicino la questione della Baia Verde.

All’incontro con gli amministratori locali guidati dal sindaco Stefano Minerva e dall’assessore ai lavori pubblici e marine, Biagio Palumbo e con tecnici comunali, interverranno i professori  Angelo Tursi, Pierfrancesco Delfino, Giacomo Scarascia Mugnozza, Ezio Ranieri e Francesco Gentile dell’Università degli Studi di Bari, nonché i tecnici del Consorzio di Bonifica Ugento e Li Foggi. Un incontro che, come sottolinea l'assessore Palumbo, “rappresenta la naturale conseguenza dell’impegno assunto dall’amministrazione comunale nel porre seri rimedi alla situazione che si è verificata in Baia Verde, che più degli altri anni ha colpito la zona e del lavoro preparatorio che è stato sinora realizzato”.

In questi giorni inoltre a seguito della diffida del Comune, il Consorzio ha comunicato di avere già effettuato dei lavori di pulizia dei canali nelle prime settimane di quest’estate. Interventi che però sono stati sospesi, in considerazione del fatto che avrebbero occupato la strada vicinale Madonna del Carmine, unica via che dalla Baia Verde consente il ritorno a Gallipoli, alle spalle dello Stadio, e che pertanto avrebbero ostruito la normale circolazione. Ma finita ormai l’estate e soprattutto l’afflusso veicolare massiccio sulla litoranea, si potrebbe tranquillamente riprendere quelle opere senza ulteriori slittamenti. Lo stesso Consorzio ha ribadito che i lavori saranno ripresi in questi giorni. E su questo, ovviamente, il Comune garantisce che si sarà l’adeguata vigilanza e il controllo affinché gli intereventi vengano effettuati.   

L'assessore Palumbo spiega inoltre l'iter che sarà seguito per affrontare il caso acqua alta nella Baia Verde. “Una volta ricevuta relazione dei tecnici e progetto con gli interventi da eseguire” spiega, “sarà compito dell’amministrazione comunale richiedere alla Regione Puglia un finanziamento straordinario per realizzare le opere necessarie. Comprendiamo perfettamente lo stato d’animo dei residenti in Baia Verde e le difficoltà in cui loro si trovano, ma occorre comprendere d’altra parte che non sono lavori facili da eseguire e che occorrerà il tempo necessario, non essendo attrezzati ovviamente per i miracoli. Confermo però” conclude Palumbo, “l’impegno di questa amministrazione per la risoluzione del problema e il tavolo tecnico di fine mese non fa altro che andare in tale direzione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua alta nella Baia Verde. Tavolo tecnico a fine ottobre con pool di esperti

LeccePrima è in caricamento