Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli Via Lecce

Ladri “trasfertisti” colti nel centro scommesse: uno dei due era tornato in libertà da 48 ore

Due 25enni, entrambi di Napoli e con precedenti, sono stati arrestati per furto aggravato dai carabinieri del Norm di Gallipoli. Sorpresi nell'agenzia di scommesse grazie alla segnalazione di una parente della vittima, avevano già svuotato le slot machine del locale. Sono stati accompagnati nel carcere di Lecce

L'agenzia di scommesse colpita a Gallipoli.

GALLIPOLI – Una coincidenza fortunata per la proprietaria del centro scommesse. Un po’ meno per due 25enni originari di Napoli, ladri in trasferta a Gallipoli e colti sul fatto intorno alle tre e mezzo della notte.

Giovanni Cerrato e Gennaro Torre, entrambi pregiudicati, sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia gallipolina, guidato dal tenente Ferdinando Angeletti. Il primo aveva terminato di scontare gli arresti domiciliari due giorni addietro, per una rapina consumata ad Arezzo nel 2013.

Un parente della malcapitata si trovava nei pressi dell’agenzia di scommesse “Eurobet” in via Lecce. Stava facendo colazione in uno dei bar della zona quando ha notato una Fiat Multipla di colore bianco, proprio nei pressi dell’ingresso dell’attività e ha allertato i carabinieri. I militari, nel frattempo giunti sul luogo, hanno scorto la saracinesca danneggiata e la porta del locale spalancata.

All’interno, i due individui avevano già svuotato due delle slot machine presenti, riponendo le monete nel cassetto di un terzo apparecchio. Già pronti per dileguarsi, il loro piano è sfumato con l’arrivo degli uomini dell’Arma. Accompagnati in caserma, per l’identificazione, sono stati poi trasferiti presso il carcere di Lecce, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Giovanni Gagliotta.

Il video amatoriale dell'arresto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri “trasfertisti” colti nel centro scommesse: uno dei due era tornato in libertà da 48 ore

LeccePrima è in caricamento