Martedì, 3 Agosto 2021
Gallipoli Corso Roma

Tenta furto nella gelateria di cui era stato dipendente. Scivola e finisce nei guai

Un ragazzo di Matino è stato ristretto ai domiciliari con l'accusa di tentato furto aggravato e porto abusivo di coltello. Ha prelevato il registratore di cassa dal bar in cui aveva prestato servizio due anni prima, per poi scappare. Ma ha perso l'equilibrio e, poco dopo, è stato rintracciato

Il coltello sequestrato dalla polizia

GALLIPOLI- Lo hanno colto sul fatto dopo un furto in una gelateria, di cui era stato dipendente, ed è finito in manette. Giovanni Caputo, 25enne di Matino con precedenti per guida sotto l’effetto di stupefacenti, è stato infatti sorpreso mentre cercava di rubare in una nota gelateria di Gallipoli.

Erano circa le 15,45 quando, approfittando del fatto che in quel momento davanti al registratore di cassa non ci fosse nessuno, il giovane è stato notato con un casco integrale e guanti da moto. Si è impossessato del deposito di denaro, ma in quel movimento brusco, ha fatto scivolare il monitor che era posizionato sulla scrivania. Tentando la fuga a bordo del suo scooter Piaggio Exagon, però, ha perso l’equilibrio ed è caduto proprio davanti all’ingresso del bar.Gallipoli - CAPUTO Giovanni-2

Assieme a lui, è scivolato lo stesso registratore di cassa e un coltello a serramanico. In preda al panico, ha abbandonato la refurtiva e anche il mezzo, dandosi alla fuga piedi, per poi ripensarci e tornare sul posto per recuperare il tutto. E’ risalito in sella al suo ciclomotore, lasciando al centro della strada la cassa della gelateria e l’arma bianca. Con non poche difficoltà, gli agenti di polizia del commissariato locale, guidati dal vicequestore aggiunto Emilio Pellerano, sono riusciti a identificare l’autore del gesto, poi rintracciato nella sua abitazione, a Matino. Anche lo scooter è stato trovato: era stato nascosto fra le sterpaglie in una campagna vicina.

Accompagnato negli uffici del commissariato, Caputo ha ammesso le proprie responsabilità, raccontando che, due anni prima, aveva lavorato per qualche mese presso l’esercizio pubblico che ieri aveva tentato di derubare. Sentito il magistrato di turno, il 25enne è finito agliarresti domiciliari con l’accusa di tentato furto aggravato e porto abusivo di coltello. Sono in corso accertamenti sul motociclo utilizzato dal giovane, che presenta segni di manomissione del nottolino di accensione e ed abrasione del numero di telaio.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta furto nella gelateria di cui era stato dipendente. Scivola e finisce nei guai

LeccePrima è in caricamento