Notizie da Gallipoli

Arriva una barella a forma di barca per i piccoli degenti dell'ospedale di Gallipoli

La “ludobarella” è stata donata dall’associazione “Cuore a mani aperte verso chi soffre” al reparto di Pediatria della Città Bella

La ludobarella per i piccoli.

GALLIPOLI – Una speciale “ludobarella”, a forma di barca, per rendere meno traumatico il ricovero dei piccoli pazienti presso l’ospedale "Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli. L’Associazione fondo di solidarietà permanente “Cuore e mani aperte verso chi soffre” onlus prosegue con convinzione il percorso intrapreso nel campo della umanizzazione delle cure e degli spazi ospedalieri con una nuova donazione all’Unità operativa “Pediatria” del nosocomio della Città Bella. Dalle 11 di mercoledì 19 dicembre, nell’ospedale  gallipolino, avrà luogo la conferenza stampa e la successiva consegna di una ludobarella. Interverranno il direttore amministrativo Asl di Lecce, Antonio Pastore, il primo cittadino di Gallipoli, Stefano Minerva, il direttore sanitario dell’ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, Egidio Dell’Angelo Custode, e Don Gianni Mattia, fondatore e presidente dell’associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre” onlus.

“Grazie al sostegno di tanti benefattori che ci seguono e credono nella nostra mission, a un anno esatto dalla prima Ludobarella, a forma di barca, donata all’Unità Operativa di Pediatria del Presidio Ospedaliero di Lecce e dopo soli sette mesi dalle due Ludobarelle, a forma di Cars e di Taxi, donate alla Chirurgia pediatrica dello stesso Fazzi, ecco che siamo pronti a questa nuova donazione che si inserisce nello stesso filone”, sono le parole con cui Don Gianni Mattia presenta l’iniziativa. “Ho avuto l’onore di testare con i miei occhi e di ascoltare con le mie orecchie la gioia dei piccoli alla vista delle Ludobarelle, il loro volto che si illumina di stupore e il cambio repentino di umore: dal timore di affrontare un esame, all’entusiasmo di salire su quella barella”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il direttore amministrativo della Asl Lecce, Antonio Pastore, “la donazione della ludobarella alla Pediatria dell’ospedale di Gallipoli è un’altra bella tappa del percorso comune che l’azienda sanitaria sta percorrendo assieme all’associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre” e ai suoi volontari. Siamo consapevoli dell’importanza di queste donazioni, perché offrono ai piccoli pazienti la possibilità di vivere più serenamente la permanenza in ospedale, trasformando in gioco anche il breve tragitto per andare a fare un esame o un prelievo del sangue. Ma questi momenti danno senso anche al lavoro degli operatori sanitari e al rapporto delle famiglie con le strutture sanitarie, facendole apparire sotto una nuova luce, in quanto luoghi in cui ci si prende cura dei loro figli. Per questi motivi non possiamo che accogliere con favore tutto ciò che arricchisce i nostri ospedali non solo di dotazioni materiali ma anche di valori che, davvero, non hanno prezzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento