Notizie da Gallipoli

Raid vandalico nello stadio “Bianco”. Danni al manto sintetico e reti tagliate

Rinviata la gara infrasettimanale in programma oggi tra il Gallipoli e la Turris valida per il terzo turno del campionato di serie D. Nella notte ignoti si sono introdotti nella struttura sportiva danneggiando il terreno sintetico, le porte e le barriere di protezione. Indaga la polizia

Evidente, nella foto, l'azione vandalica sul terreno di gioco.

GALLIPOLI – Nessun fischio d’inizio alle 15 di oggi per l’incontro di calcio tra Gallipoli e Turris valida per la terza giornata del campionato di serie D. La gara del turno infrasettimanale in programma nello stadio comunale gallipolino è stata rinviata a data da destinarsi.

Il tutto riconducibile ad un vero e proprio raid vandalico consumato all’interno dello stadio “Antonio Bianco” nella zona del Lido San Giovanni di Gallipoli. E’ quello che è stato compiuto nella notte appena trascorsa da ignoti che si sono introdotti all’interno della struttura sportiva comunale causando diversi danni al manto erboso in sintetico, tagliando le reti delle due porte, e infrangendo alcune delle vetrate delle barriere di protezione degli spalti dal terreno di gioco.

Un atto deprecabile e di sfregio che non ha ancora nessuna paternità anche se le indagini sono già state avviate dalle forze dell’ordine e in particolare dal commissariato cittadino e dalla Digos della questura di Lecce. Non è ovviamente escluso che il fatto sia presumibilmente riconducibile ai malumori dilaganti sulla  travagliata vicenda del passaggio di proprietà della società giallorossa non ancora avvenuta e nelle mani ancora dell’ex presidente (dimissionario) Sandro Quintana. Oppure  all’insoddisfazione di qualcuno, qualche scheggia fuori controllo e lontana comunque dal credo della vera tifoseria organizzata ionica che continua a sostenere anche con contributi economici la squadra, per l’avvio di stagione deludente da parte della compagine di mister Loreto Stravato reduce da due sconfitte rimediate nelle prime due gare di campionato con il Francavilla in Sinni e l’Isola Liri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A causa dei danni provocati dai vandali e all’inagibilità dello stadio Bianco la gara odierna del Gallipoli contro la Turris non si è potuta disputare e ora si attendono le valutazioni in merito anche della Lega nazionale. Il presidente dimissionario Quintana e il presidente della Bld Group e manager del Gallipoli Football 1909, Antonio Baldari, hanno manifestato, anche con commenti sui social, il loro sdegno per questo gesto incivile che non ha nulla a che vedere con lo sport e che di certo non aiuta a risolvere una situazione societaria, con molti responsabili, ma che ha bisogno di tutt’altro che di “schiaffi” e oltraggi al proprio terreno di gioco per far uscire dal pantano il Gallo.                  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento