Domenica, 13 Giugno 2021
Gallipoli

Attivazione della Ztl e controllo del suolo pubblico, residenti in pressing sul Comune

L’associazione degli abitanti ha chiesto un incontro urgente con sindaco e dirigenti per il ripristino del varco elettronico e il nodo estivo delle occupazioni. Assessorato e comando della polizia locale al lavoro su segnaletica e rinnovo dei permessi per l’avvio dal 14 giugno

GALLIPOLI - Attivazione della zona a traffico limitato e dell’area pedonale e controllo capillare sull’occupazione del suolo pubblico. I residenti del centro storico della città bella tornano in pressing sull’amministrazione comunale per accelerare sulla nuova regolamentazione dell’accesso e della sosta, con l’attivazione del varco elettronico, e per garantire la fruizione degli spazi pubblici “occupati” spesso oltre misura da parte delle attività ristorative e dai locali commerciali.

La giunta comunale del sindaco Stefano Minerva aveva inteso posticipare a ridosso dell’estate l’entrata in vigore della nuova zona a traffico limitato e dell’area pedonale urbana che il nuovo regolamento approvato dal consiglio comunale istituisce invece già a partire dal 1 aprile.

Ma tra la tolleranza per venire incontro agli esercenti dopo il periodo di chiusura forzata a causa della pandemia e la necessità di rinnovare tutti i permessi per i residenti e gli autorizzati, si è arrivati ormai a giugno con gli accessi ancora liberi per tutti. Ora, anche in considerazione dei recenti fatti legati alla difficile gestione del traffico caos e della sosta selvaggia (con il caso limite della multa e dell’aggressione ad un vigile urbano), anche l’amministrazione comunale, con l’assessore alla Polizia locale, Paola Scialpi e il comandante dei vigili, sono al lavoro per garantire l’attivazione delle limitazioni del traffico a partire dal 14 giugno prossimo, salvo slittamenti.

“L’intento dell’amministrazione è quello di partire con la ztl entro la metà di giugno” spiega il comandante Alessandro Leone, “e noi ci stiamo adoperando per completate la segnaletica e per adeguare le nuove norme previste dal regolamento modificato recentemente dall’assise comunale. C’è da rinnovare tutti i pass in base alle nuove tipologie e alle categorie degli autorizzati per l’accesso e la sosta riservata e per questo ricordo che è possibile presentare il modulo per il rilascio dei permessi per l'accesso alla zona a traffico limitato, anche presso il posto di polizia locale del centro storico di via De Pace”.

La segnaletica del varco elettronico-2

I residenti della città vecchia intanto, tramite l’associazione di rifermento “Abitanti e amici del centro storico di Gallipoli”, con una lettera del 2 giugno scorso, inviata al sindaco Stefano Minerva e, per conoscenza, all’assessore al Centro storico ed ai dirigenti della polizia locale e del settore Sviluppo economico, hanno segnalato “il grave ritardo” con cui si sta procedendo all’attivazione proprio della zona a traffico limitato e dell’area pedonale.

“Soprattutto per la zona pedonale” lamentano i residenti, “che interessa fondamentalmente via Antonietta De Pace, la situazione è a forte rischio per l’incolumità dei passanti e degli esercizi commerciali che espongono merci e per le attività di ristorazione all’aperto. Solo il buon senso degli automobilisti, almeno per ora, ha impedito pericolosi incidenti. Ma anche nella restante parte interessata dalla ztl la situazione non è semplice”.

Il panorama descritto nella missiva dell’associazione, presieduta da Roberto Piro, è quello che vede “auto parcheggiate in ogni dove, talvolta anche sul marciapiede, ed un continuo serpentone di auto che scarica fumi nocivi e solleva polveri dannose per la salute dei passanti e di chi consuma pasti al bordo della strada”.

"Non meno rilevante la situazione relativa all’occupazione di suolo pubblico che, secondo i residenti, “essendo stato concesso oltre misura su quasi tutti i bastioni, slarghi e marciapiedi delle riviere, ha sottratto all’uso pubblico oltre il 70 per cento degli spazi fruibili da cittadini e turisti, soprattutto nelle zone panoramiche di maggior pregio. A questo si è aggiunta l’illecita occupazione di parte di esso, con gravi ed evidenti difformità rispetto ai progetti approvati dal competente ufficio del Comune e che, in alcuni casi, crea pericolo alla libera circolazione dei pedoni, costretti a transitare sulla carreggiata stradale ed esponendosi ad evidenti rischi”.

Per discutere di questi argomenti, il sodalizio ha chiesto un incontro urgente in attesa che già dal 14 giugno si parta con la limitazione estiva del traffico in entrata nel borgo antico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attivazione della Ztl e controllo del suolo pubblico, residenti in pressing sul Comune

LeccePrima è in caricamento