Notizie da Gallipoli

Baia Verde ancora una volta sommersa. Al lavoro per superare l’emergenza

Situazione ancora critica nella marina gallipolina a causa degli allagamenti: vigili del fuoco e volontari in campo: accessi bloccati, villette irraggiungibili e idropompe in azione

GALLIPOLI – E’ bastato un colpo d’ala della gelida perturbazione legata al vento Burian (che nel Salento ha determinato il drastico abbassamento delle temperatura e soprattutto una lunga giornata di pioggia tra domenica e lunedì), e per la marina della Baia Verde di Gallipoli sono tornati i vecchi e mai risolti problemi.

Situazione ancora disagevole nel cuore della marina, sino a questa mattina, a causa degli allagamenti che hanno interessato ampie zone di accesso sul versante sud e verso via della Chiesa e nella zona centrale della località gallipolina, sul Gran Viale al Mare e nelle strade contigue. Baia Verde letteralmente sommersa dall’acqua, caduta in abbondanza, come accaduto in altre circostanze, ma stavolta lo straripamento del tratto del canale dei Samari, che attraversa la vegetazione e le zone umide della marina, e anche  la “sofferenza” dell’impianto di sollevamento della rete pluviale e fognante, hanno contribuito ancora una volta a rendere la situazione alquanto problematica.

La marina, ancora per tutta la giornata di oggi, resta impraticabile e le vie di accesso ad abitazioni e strutture ricettive sono bloccate. Notevoli danni e disagi a causa degli allagamenti per diversi scantinati e villette al pian terreno e anche per un paio di alberghi della zona che non possono al momento essere raggiunti a causa del livello dell’acqua che sino alla notte scorsa sommergeva anche marciapiedi e aiuole e rendeva inaccessibili molte vie e piazze. Una situazione quasi al collasso, attenuta solo dal fatto che in questo periodo la marina è scarsamente abitata. Ma solo l’infaticabile lavoro dei vigili del fuoco, dei volontari della protezione civile Cir di Gallipoli, e dei tecnici comunali sta contribuendo in queste ore a far ritornare quanto prima la situazione alla normalità. I caschi rossi e i volontari sono al lavoro già da ieri e questa mattina altre unità dei vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce e dei distaccamenti di Gallipoli, Maglie, e Tricase hanno proseguito con le operazioni con i propri mezzi e attivando delle idropompe speciali per incanalare e far defluire le acque verso il mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’amministrazione di Palazzo Balsamo si è attivata predisponendo il Piano comunale di protezione civile per la gestione dell’emergenza ed attivando il Centro operativo comunale.  Nel contempo  si è provveduto ad allertare il Consorzio di bonifica per sollecitare l'immediata ispezione dei canali che ricadono sotto la loro gestione e che conducono le acque piovane verso il mare. A monitorare la situazione, già nel corso della notte, sono giunti sul posto anche il vicesindaco Cosimo Alemanno e alcuni consiglieri comunali, tra cui il presidente della commissione Pesca e agricoltura, Cosimo Nazaro, oltre ai responsabili dell’ufficio tecnico comunale. Tra i primi a segnalare l’emergenza anche il presidente dell’associazione degli operatori turistici, Stefan Carlino, costantemente presente nella zona, che ha relazionato l’accaduto e soprattutto chiesto l’intervento per fronteggiare la questione, anche ai carabinieri forestali e ai vigili del fuoco. Su disposizione del comandante della polizia locale, Raffaele Campanella, e della protezione civile Cir, sono stati temporaneamente transennati e chiusi  al traffico gli ingressi della Baia Verde e anche il tratto della litoranea sud che dal Lido San Giovanni conduce verso la marina e la strada dei lidi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento