Mercoledì, 23 Giugno 2021
Gallipoli

Pdl e Udc “fidanzati” quasi ufficiali. Barba allarga la coalizione

Dopo il faccia a faccia di lunedì nuovi scenari per il centrodestra gallipolino pronto a chiudere l’accordo programmatico con “parte” dei centristi. Il deputato tira la volata: “Il matrimonio è vicino”. Ma manca l’ufficialità

Vincenzo Barba.

 

 

GALLIPOLI - Il centrosinistra temporeggia, forse troppo, e l’Udc volta verso destra. Il centrodestra gallipolino serra i tempi e le fila. Definendo proficuo il dialogo avviato con i centristi. Accordo Pdl-Udc in vista?  Forse, o almeno in parte. Prove tecniche di alleanza, o per dirla con le parole di Vincenzo Barba, “fidanzamento” politico possibile. O per lo più auspicabile per dar vita ad una colazione di centrodestra ampia e variegata, atta a costruire “un programma articolato, in grado di affrontare le criticità di Gallipoli e sostenere e supportare  le iniziative della comunità tese a rilanciare la Città bella, lungo il cammino della crescita e dello sviluppo”. Questi dettami emersi all’indomani dell’incontro allargato della coalizione di centrodestra con la delegazione dell’Udc gallipolina rappresentata dal consigliere provinciale Sandro Quintana, dal commissario cittadino Felice Stasi, e dagli ex consiglieri comunali Luigi Caiffa e Giancarlo Padovano. E secondo la versione resa dal coordinamento cittadino del Pdl, i punti di convergenza sarebbero maggiori di quelli di divisione. E con l’Udc, o parte di essa, si possono quindi gettare tranquillamente le basi “di un cammino comune da attuare insieme nell’immediato futuro, in occasione della stesura di un progetto politico per Gallipoli ambizioso e certamente condiviso”.

In tale direzione dal Pdl si annuncia che nei prossimi giorni, verrà costituito un comitato composto da esponenti del Popolo della Libertà, della Puglia Prima di Tutto, della Democrazia Cristiana e dell’Unione di Centro, al quale verrà dato il compito di redigere un programma politico in linea con le attese dei cittadini. “Attese che non possono essere né sottovalutate, né ignorate” recita una nota in merito del coordinamento cittadino retto da Giorgio Cacciatori, “ e che ci spingono a trovare soluzioni comuni per il benessere della Perla dello Jonio, tenendoci lontani da inutili distinguo, vista la condivisione dei valori e degli ideali alla base del nostro agire politico. Il tempo che ci separa dalle importantissime consultazioni elettorali di primavera deve essere affrontato con la necessaria intensità progettuale, per fare in modo che le tante domande dei cittadini, rimaste lettera morta a causa dell’insipienza governativa dell’ultima fase dell’esperienza Venneri, possano provare risposte concrete e tangibili, nell’ottica della costruzione di un esecutivo di città che sappia porsi realmente al servizio della comunità e che non sia ostacolo ai suoi effervescenti impulsi di crescita”.  

Al termine dell’incontro il deputato cittadino del Pdl, Vincenzo Barba, oltre al ringraziamento ai rappresentanti politici cittadini di Pdl, Ppdt, Dc e Udc ha tessuto le lodi dei consiglieri regionali, provinciali e comunali gallipolini delle forze politiche presenti all’incontro “per il senso di responsabilità dimostrato che ha consentito di mettere alle spalle ogni differenziazione per guardare avanti verso un futuro certamente più roseo. Ora ci siamo fidanzati” ha concluso il deputato, “e adesso stiamo facendo conoscere le nostre famiglie. Il matrimonio è nelle intenzione dei convenuti e, come si dice in queste occasioni, se sono rose fioriranno. Noi, per quanto ci riguarda, siamo disposti a dare tutta la nostra collaborazione”. Dal canto suo la delegazione dei centristi invoca prudenza e circospezione: “Si dialoga con tutti, e con pari dignità”. E poi l’ipotesi di scendere in campo da soli come Terzo Polo non è ancora tramontata dall’orizzonte gallipolino. Si vedrà.   

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pdl e Udc “fidanzati” quasi ufficiali. Barba allarga la coalizione

LeccePrima è in caricamento