Notizie da Gallipoli

Bimbo scompare, lo ritrova bagnino: mezzora di terrore in spiaggia per una madre

Momenti d'ansia per una coppia. Alle 11 di oggi hanno chiesto soccorso: non ritrovano più il figlio di 10 anni. Sul posto polizia e vigili urbani. L'ha rintracciato durante le ricerche un giovane del personale di salvataggio del lido Zeus. Aveva percorso a piedi un lungo tratto, fino alla Baia Verde

GALLIPOLI – Per chi vive certi momenti il tempo sembra dilatarsi all’infinito e i fantasmi iniziano ad assediare la mente. E’ durata mezzora la scomparsa di un bimbo di 10 anni, ma è stata un’interminabile parentesi di paura per una coppia di Nardò che, che all’improvviso s’è ritrovata con il cuore in gola a chiedere aiuto a chiunque si trovasse nei paraggi. La mamma, in particolare era visibilmente in angoscia.  

Scenario, litoranea di Gallipoli, domenica d’agosto, ore 11 del mattino. Fra le spiagge affollate e sotto un sole accecante è facile perdere di vista qualcuno, specialmente i più piccoli che non sanno resistere al richiamo di giochi estivi in acqua e sul bagnasciuga. Basta dunque veramente un attimo, e così è stato per quei genitori che all’improvviso si sono accorti con sgomento che il bimbo era scomparso.

Non era in acqua, non almeno nelle loro vicinanze, e non si trovava neanche sull’arenile. I genitori hanno quindi chiesto soccorso al personale di salvataggio del lido più vicino, lo “Zeus”, che ha subito avviato le ricerche contando anche su alcuni volontari, cioè bagnanti che si sono immediatamente interessati al caso.

Tutti insieme hanno iniziato a setacciare in più direzioni, dopo aver acquisito una descrizione del piccolo “disperso”. Sono stati chiamati anche gli agenti di polizia del commissariato e i vigili urbani, ma nel frattempo, quand’era ormai trascorsa mezzora dalla richiesta di aiuto, ecco spuntare un ragazzo del personale di salvataggio del lido, con il bimbo stretto fra le braccia. E tutta la paura è scivolata via in un istante, sciogliendosi in un abbraccio con mamma e papà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’aspetto incredibile è che il bimbo ha percorso un bel tratto della litoranea, fino alla Baia Verde, a piedi tra la folla. Il bagnino l’ha riconosciuto fermo, sulla battigia, un po' sperso, e riaccompagnato indietro. Raccontano i testimoni che il piccolo, però, non fosse tanto spaventato, quanto piuttosto sorpreso per tutti quegli occhi puntati addosso e per la calorosa accoglienza ricevuta, un fragoroso applauso rivolto a lui e al suo salvatore. Una storia a lieto fine, ma che serve da monito a tutti: fare molta attenzione, specie quando i bambini sono vivaci. Le insidie, al mare, sono sempre in agguato.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento