Domenica, 16 Maggio 2021
Gallipoli

Bivacco e campeggi abusivi, nuova ordinanza di divieto firmata da Minerva

Il primo cittadino di Gallipoli ha riproposto come lo scorso anno il provvedimento esteso su tutto il territorio comunale

GALLIPOLI – Anche in questa stagione estiva non sono mancati “avvistamenti” in zone della città o in spiaggia di mezzi o tende utilizzati come accampamenti di fortuna. Anche questa mattina nel parcheggio sterrato di via Francesco Zacà, lungo la ex provinciale per Taviano, un camper sostava nell’area non autorizzata per il cosiddetto campeggio libero. Ed ecco che l’amministrazione comunale con un'ordinanza a firma del sindaco Stefano Minerva ha riproposto, come accaduto già lo scorso anno, il divieto di bivacco, accampamento e campeggio abusivo su tutto il territorio comunale. L’ordinanza, già trasmessa in prefettura e alle forze dell’ordine, è già in vigore dunque e al comando della polizia locale è stato affidato il compito di coordinare e controllare l’effettiva apposizione della segnaletica e dei cartelli informativi sul contenuto del provvedimento. Ora il compito più arduo resta quello di far rispettare ancora una volta la diposizione comunale per arginare il fenomeno del campeggio abusivo.

L’ordinanza prevede che sino al prossimo 31 ottobre è in vigore il divieto di campeggio, bivacco e accampamento, al di fuori delle aree a ciò espressamente destinate, anche mediante l’utilizzo di veicoli di ogni genere, quali caravan, roulotte e camper adibiti a dimora. E’ emerso infatti, secondo quanto rileva anche il primo cittadino nel corpo del provvedimento, che  in varie situazioni ed in diversi punti del territorio di Gallipoli si è ripresentato “il fenomeno della nascita di insediamenti non autorizzati di gruppi di persone, con presenza anche di minori, che occupano porzioni di aree pubbliche per utilizzarle come campeggio, bivacco e accampamento e ciò avviene a mezzo di tende, coperture, costruzioni ed installazioni varie anche con l’ausilio di veicoli di vario genere, quali caravan, roulotte e camper adibiti a dimora”. Secondo il Comune c’è da tenere presente che sul territorio cittadino esistono aree attrezzate (nell’area dedicata ai camperisti del parcheggio a pagamento sempre in via Zacà ad esempio) dotate dei relativi servizi, in modo da consentire agli eventuali interessati di rispettare le norme a tutela dell’igiene, sanità ed incolumità pubblica e che  l’occupazione delle aree comunali libere con tende e comunque con mezzi usati impropriamente, comporta di fatto serie problematiche sia sotto l’aspetto igienico-sanitario (con l’abbandono incontrollato di rifiuti, accensione di fuochi e sversamenti di materiali inquinanti) che sotto quello della sicurezza pubblica per il potenziale danneggiamento del patrimonio pubblico e l’impedimento della sua fruibilità

Da qui la necessità ancora una volta di ribadire, con la nuova ordinanza, il divieto  di ogni forma di occupazione non autorizzata, consistente in campeggio, accampamento con roulottes, camper, tende, baracche e quant’altro utile a garantire un punto di dimora per persone, anche solo in via temporanea fuori dalle aree autorizzate. “Tali situazioni determinano una condizione di pericolo per gli stessi occupanti del suolo pubblico e influiscono negativamente sulla qualità della vita degli abitanti dei luoghi adiacenti agli insediamenti temporanei comunque non autorizzati” sottolinea il sindaco Minerva, “determinando una complessiva e grave situazione di allarme sotto il profilo igienico e sanitario, della sicurezza e del decoro urbano”. Anche il capogruppo di Gallipoli Futura, Flavio Fasano, ad inizio stagione aveva segnalato e stigmatizzato l’occupazione selvaggia dei parcheggi di via Zacà da parte dei camperisti abusivi invitando l’amministrazione comunale ad innalzare i controlli sul territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bivacco e campeggi abusivi, nuova ordinanza di divieto firmata da Minerva

LeccePrima è in caricamento