Gallipoli

Blue Salento, il Tar sospende lo sgombero dell’area in attesa dell’udienza

La decisione del giudice in attesa dell’udienza prevista per il prossimo 18 aprile, per tuelare una sorta di continuità dei servizi nautici

Il Tar di Lecce

GALLIPOLI – Il Tar preferisce tutelare la continuità del servizio nautico, in attesa dell’udienza. Accogliendo la richiesta formulata da “Bleu Salento”, difesa dall’avvocato Gianluigi Pellegrino, e dalla “Società cooperativa servizi nautici e di ormeggio”, difesa dagli avvocati Pier Luigi Portaluri e Giorgio Portaluri, il Tar di Lecce ha concesso la sospensione cautelare dei provvedimenti con i quali il Comune di Gallipoli aveva ordinato alla struttura diportistica lo sgombero dell’area demaniale e il ripristino dello stato dei luoghi.

Lo scorso agosto, il Consiglio di Stato si era pronunciato su un ricorso proposto da una società concorrente di “Bleu Salento”, stabilendo che i rinnovi delle concessioni demaniali intestate alla stessa Bleu Salento dovevano essere preceduti da un’analisi mercato, per verificare l’esistenza di soggetti in grado di gestire la struttura e, se del caso, da una procedura di gara. Sulla base di questa pronuncia del Consiglio di Stato, a settembre dello scorso anno il Comune di Gallipoli aveva ordinato alla Bleu Salento di sgomberare l’area demaniale occupata e di rimuovere le opere entro due mesi.

Tutto ciò, però, senza tener conto della particolare rilevanza economica delle opere esistenti e della necessità di assicurare la continuità del servizio offerto dalla società Bleu Salento. Accogliendo le tesi sostenute in giudizio anche dagli avvocati Portaluri, il Tar di Lecce ha sospeso i provvedimenti impugnati. Il giudice salentino ha fissato per il prossimo 18 aprile l’udienza di discussione del merito della controversia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blue Salento, il Tar sospende lo sgombero dell’area in attesa dell’udienza

LeccePrima è in caricamento