Giovedì, 17 Giugno 2021
Gallipoli

Orgoglio Gallipoli, Maruggio battuto 3-2 in rimonta

Grande prova di carattere dei ragazzi di Massimo che, sotto di due gol, vincono contro un avversario determinato. In evidenza Nobile, autore di una doppietta. Domenica super sfida col Manduria

 

Non sottovalutare il Maruggio. Era stato molto chiaro in settimana il presidente del Gallipoli, Barone, dopo la vittoria di Martano, determinato a tenere alta la concentrazione della squadra alla vigilia di una sfida che, classifica alla mano, poteva essere considerata, dai giallorossi, di facile lettura.

Il primo quarto d’ora della partita di ieri ha mostrato quanto nel calcio voglia e concentrazione rappresentino fattori essenziali. I giallorossi scendono in campo molli e svagati, lasciando l’iniziativa ad un Maruggio spigliato e tutt’altro che intimorito dall’avversario.

Nel 4-4-2 di Massimo, Romano occupa il ruolo di terzino sinistro con De Prezzo al fianco di Pellegrino nel cuore del centrocampo, Legari e De Razza esterni offensivi; davanti la coppia-gol Renis-Nobile.

L’inizio-shock per il Gallipoli si concretizza al 3’: Di Manzo semina il panico sulla fascia sinistra mettendo in mezzo un cross insidioso, Pisano liscia, ma non Casalino che, con la coscia, deposita nella propria porta per il più classico e sfortunato degli autogol.

I padroni di casa tentano di reagire con Nobile, la cui punizione, al 5’, termina fuori. Passa un minuto ed il Gallipoli confeziona un’azione da applausi: De Prezzo verticalizza per Renis lesto a servire in area Nobile che apre troppo il destro, sprecando l’occasione. Al 16’, quando i giallorossi sembrano riprendersi dal torpore iniziale, arriva, puntuale, la seconda doccia fredda di giornata: verticalizzazione improvvisa del Maruggio, la difesa giallorossa alza la linea tardivamente e Mignano, involatosi verso la porta, indisturbato, batte Stanca per lo 0-2. Sembra la cronaca di un pomeriggio da dimenticare, ma i ragazzi di Massimo, mostrano i muscoli e danno vita ad una reazione rabbiosa: al 20’ il solito Pellegrino ci prova col destro, ma trova pronto Pastorelli sulla sua strada. La rimonta del Gallipoli porta il volto di Cosimo Nobile: al 23’ l’attaccante, ottimamente servito da Renis, si procura e realizza il rigore che riaccende la speranza dei tifosi gallipolini. Alla mezz’ora il baby portiere ospite si esalta con un doppio intervento, prima su Renis e poi su Legari; la partita è entusiasmante, le due squadre si affrontano a ritmi vertiginosi. Al 35’ è De Razza a salire in cattedra con un assist al bacio per Renis che, sulla prima conclusione, si fa ipnotizzare da Pastorelli, sulla seconda mette sul fondo la sfera del pareggio. Ancora Gallipoli, ancora Nobile, su punizione, al 36’: da posizione defilata il bomber giallorosso coglie il palo con il pallone che finisce sulla gamba di Casalino e si spegne fuori per la disperazione del centrale di casa. Il Gallipoli non si arrende e trova il meritato pareggio al 39’: Romano semina avversari sulla fascia prima di pennellare un cross al centro dell’area dove arriva, puntuale, il colpo di testa di Nobile che vale il 2-2. Non finisce qui: allo scadere della prima frazione il Gallipoli mette la freccia: calcio d’angolo di De Razza per Legari che, di prima intenzione, indirizza verso la porta trovando la respinta di Pastorelli che non può nulla sul tap-in di Renis che vale il 3-2. Rimonta completata e squadre al riposo tra gli applausi del pubblico del “Bianco”.

Nella ripresa i ritmi si abbassano notevolmente, ma non mancano le occasioni: al 23’ ottima iniziativa di Mele sulla destra, sul cross del giovane laterale De Razza, di testa, spedisce la sfera di poco fuori. Sempre il fantasista giallorosso, al 35’, ci prova con un sinistro al volo, ma il pallone si spegne sul fondo.

Massimo cambia gettando nella mischia Urso e Migali al posto di Legari e Renis, autori di una prova da applausi. Il Maruggio ci crede, ma non impensierisce più i padroni di casa fino al triplice fischio del direttore di gara.

Il Gallipoli passa dalla paura al trionfo portando a casa tre punti che consentono di accorciare sulla capolista Galatina sconfitta a domicilio dal Fragagnano. Domenica i ragazzi di Massimo sono attesi da una sfida affascinante sul campo del Manduria. Uno scontro diretto tra le due seconde forze del campionato da cui potrà uscire il nome della squadra che insidierà il primato del Galatina.

 

.

Tabellino
Marcatori:
Casalino (A) (M), Mignano (M), Nobile (R) (G), Nobile (G), Renis (G)
Gallipoli: Stanca, Mele, Romano, De Prezzo, Greco, Casalino, Legari (Urso dal 28’ 2°t), Pellegrino, Nobile, De Razza, Renis (Migali dal 40’ 2°t). All. Massimo
Maruggio
: Pastorelli, Scarciglia (Brunetti dal 17’ 2°t), Di Stradis M. (Mero dall’8’ 2°t), Lanzo, Caputo, Visconte, De Nitto, Gioia, Pisano, Mignano, Di Manzo (Lamusta dal 31’ 2°t). All. Del Vecchio
Arbitro:
Carrer di Barletta.
Assistenti: De Chirico di Barletta e Dell’Olio di Molfetta.
Ammoniti: Pastorelli (M), Greco (G), Gioia (M), De Nitto (M).
Espulsi: -

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orgoglio Gallipoli, Maruggio battuto 3-2 in rimonta

LeccePrima è in caricamento