rotate-mobile
Provvedimento sino al 30 settembre / Gallipoli

“Cancelli aperti per soccorso, polizia e disabili”. Disposto l’accesso verso la litoranea sud

Riproposta l’ordinanza urgente firmata dal sindaco Minerva per aprire un varco per i mezzi di emergenza e delle forze dell’ordine e per i portatori di handicap per raggiungere agevolmente il litorale. Interessata l’area privata di via Rosa dei Venti nella zona sud della Baia Verde

GALLIPOLI - In attesa di sbrogliare la matassa sull’apertura e la definizione dell’iter sui parcheggi stagionali a servizio dei lidi, in particolare nella zona della pineta multifunzionale della Baia Verde-zona Samari (l’istruttoria sulla Vas e il Paur dopo il primo parere negativo della Soprintendenza e dopo il piano stralcio della mobilità e la sosta nelle aree ricadenti o a ridosso del parco naturale è in itinere presso la Regione), è in vigore già dallo scorso fine settimana la disposizione urgente per la tutela dell’incolumità pubblica di utenti e bagnanti del litorale sud gallipolino e in particolare della zona a ridosso della famosa, ormai, Strada dei Lidi.

Il sindaco Stefano Minerva ha infatti firmato una nuova ordinanza con la quale, sentito anche il prefetto, proprio in ragione della necessita di tutelare la pubblica incolumità sul litorale sud, ha inteso disciplinare l’accesso e il transito, attraverso un’area privata delimitata da due cancellate chiuse, esclusivamente ai mezzi di soccorso e di emergenza, delle forze dell’ordine e dei portatori di handicap, per raggiungere agevolmente la zona della litoranea sud a ridosso del mare e degli stabilimenti.

Il che non equivale a dire che la litoranea sia stata aperta al transito veicolare per tutti, ma che da quegli accessi possono accedere esclusivamente i mezzi specificati nel testo del provvedimento comunale e quelli che trasportano le persone diversamente abili. E’ un provvedimento che richiama quello analogo posto in essere anche nella passata stagione estiva.    

La zona della litoranea sud infatti, dopo la prima fase dei lavori di rinaturalizzazione, e con quelli ancora in fase di completamento nel primo tratto, è divenuta teoricamente solo pedonale e ciclabile e ancora alle prese con diverse criticità, prima tra tutte le proteste per l’inaccessibilità e la carenza di aree sosta (al momento si può ancora sfruttare l’accesso nella marina della Baia Verde in cui non è ancora attiva la ztl), in attesa della sua inaugurazione.     

L'AREA DI TRANSITO  - Copia         

Il provvedimento firmato dal primo cittadino dispone che a partire dal 1 giugno, e sino al prossimo 30 settembre, per ragioni motivate di “tutela dell'ordine e dell'incolumità pubblica”, si provveda all'apertura dei cancelli posti nell’area privata lungo via Rosa dei Venti, nel tratto a sud della Baia Verde, per consentire esclusivamente il transito dei soli mezzi di soccorso, di polizia e autorizzati.

Il compito di garantire l’apertura e chiusura dei cancelli spetterà al titolare dell'area interessata, attualmente la società Icm srl (che resta esonerata da qualsivoglia responsabilità inerente la gestione del traffico veicolare), al quale il provvedimento è stato notificato dopo la rettifica dell’ordinanza che inizialmente indicava il vecchio titolare del contratto di comodato d’uso. Le prescrizioni di transito dovranno essere indicate anche da apposita segnaletica che dovrà essere installata dall'ente pubblico come previsto dalla stessa ordinanza comunale.

A seguito di apposita istruttoria curata dall'ufficio tecnico il Comune ha infatti individuato nel tratto stradale più prossimo al versante marino di via Rosa dei Venti quello ottimale per consentire ai mezzi di soccorso, emergenza, di polizia e per portatori di handicap, l'accesso alla litoranea sud, nel tratto compreso tra il secondo accesso alla Baia Verde e il canale dei Samari. Quel tratto stradale risulta, da accertamenti eseguiti dagli uffici comunali, di proprietà privata.

“La congiunzione tra tali punti risulta allo stato impedito dalla presenza di due cancelli che delimitano il tratto interessato” si legge nel testo dell’ordinanza, “risulta pertanto necessario provvedere all'apertura di tali cancelli consentendo il successivo transito dei soli mezzi a ciò autorizzati - soccorso, emergenza, forze dell'ordine, portatori di handicap - per ragioni di tutela della pubblica incolumità ed al fine di contribuire a superare problematiche di ordine pubblico, eliminando così intuibili problematiche di ordine e sanità pubblica e garantendo contestualmente un servizio in favore dell'utenza che si riverserà lungo il litorale sud del territorio urbano”.

Intanto in attesa dell’inaugurazione di metà giugno, nel quale dovrebbero andare  regime anche i servizi navetta gratuiti di collegamento con il parcheggio da 340 posti nell’area adiacente allo stadio (che in estate diventerà a pagamento con i parcometri e controlli degli ausiliari del traffico) i lavori prorogati stanno interessando la rotatoria tra via Gandhi e il lungomare Torsello e l’area di acceso della litoranea.

Il capogruppo di Gallipoli Futura, Flavio Fasano, ha reso noto anche che proprio in quella zona si è provveduto ad una ennesima modifica sulla “rotatoria a serpentina” che, dopo essere stata realizzata, è stata poi eliminata perché non consentiva manovre agevoli per i mezzi di soccorso.   

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

ROTATORIA-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Cancelli aperti per soccorso, polizia e disabili”. Disposto l’accesso verso la litoranea sud

LeccePrima è in caricamento