Giovedì, 5 Agosto 2021
Gallipoli

“Niente sbirciate e sesso nei bagni”. I divieti del Samsara per l’estate

Singolare iniziativa dei gestori del lido gallipolino che hanno affisso i cartelli sulle porte delle toilette con i divieti per la stagione balneare. "Un modo simpatico per far capire che bisogna avere un comportamento corretto"

GALLIPOLI – Dal primo party on the beach, sfidando Giove pluvio, ai divieti affissi sulle porte dei bagni a dir poco singolari. La nuova stagione balneare del Samsara di Gallipoli fa già notizia. E scalpore. E contribuisce a far lievitare la notorietà della spiaggia più “modaiola” del litorale gallipolino a ridosso della Baia verde.

Niente sbirciate nelle toilette riservate alle donne e soprattutto vietato fare sesso nei bagni. Questo il mini-codice regolamentare stabilito dai gestori dello stabilimento balneare tra i più gettonati dal popolo dei vacanzieri estivi, e che ha fatto la sua comparsa già nella giornata inaugurale del lido, quella di ieri, dove dal primo pomeriggio in poi alcune centinaia di avventori hanno preso parte alla prima festa in spiaggia a suon di musica e balli.      

Una trovata singolare, forse anche provocatoria, e anche di richiamo pubblicitario e che in tale contesto va inquadrata, al di là di qualche polemica già innescata nel tourbillon mediatico che l’iniziativa ha, ovviamente, generato. Il codice è stato affisso sulla porta dei bagni e i divieti sono indicati in maniera esplicita e figurata, con omini neri raffigurati nelle posizioni da bandire.

“Abbiamo pensato ad un modo simpatico per far capire ai ragazzi che bisogna avere un comportamento corretto e di rispetto” ha spiegato Rocco Greco, uno dei soci titolari del Samsara, “anche se qui, devo dire, non abbiamo mai avuto particolari problemi, visto che abbiamo un addetto alle pulizie preposto solo ai bagni, che interviene di continuo, e persino un addetto alla sicurezza. Sappiamo comunque che la toilette rappresenta quel posto dove i giovani pensano di poter fare qualsiasi cosa, e allora abbiamo pensato questo modo originale per far veicolare il messaggio, facendo diffondere nelle toilette persino musica classica".

SDC12046-2 Si tratta dunque di una sorta di “misura di prevenzione” anche alla luce delle polemiche dopo quanto accaduto lo scorso anno a Gallipoli, con la località balneare ionica assurta alle cronache per gli eccessi del popolo dei vacanzieri (con allarme anche su presunti casi di stupro verificatisi nel mese di agosto, mai però accertati o denunciati, e viceversa accertati in altre località salentine). E che hanno fatto finire sotto accusa lo stile eccessivamente “godereccio” dei giovani turisti presenti in riva allo Ionio, particolarmente sfrenati dopo gli happy hour nei lidi e la musica sorseggiata fino all’alba.

“Se vogliamo l’idea di tali avvisi” dice un altro dei soci del Samsara, David Cicchella, “è stata anche una trovata pubblicitaria, visto che, appena li abbiamo affissi, la dicitura e l’immagine del cartello è finito subito su internet, facendo veicolare così il nome del locale e il logo. Non sono previste multe ai trasgressori, è chiaro, ma comunque è un modo per ribadire che bisogna tenere un comportamento corretto".

Come detto i nuovi divieti sono entrati in vigore già ieri con il primo beach party svoltosi nonostante la giornata uggiosa, alla presenza di decine di giovani arrivati in pullman anche da fuori regione. E la calda stagione 2014 per il Samsara beach, tra musica, aperitivi, e l’apertura del lido per l’elioterapia, e con i nuovi e singolari divieti, è già partita.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Niente sbirciate e sesso nei bagni”. I divieti del Samsara per l’estate

LeccePrima è in caricamento