Sabato, 31 Luglio 2021
Gallipoli Via Cagliari

Palazzine Iacp nel degrado e a rischio. Dalla Regione arrivano i fondi

La giunta regionale ha approvato il progetto di manutenzione straordinaria per alcuni stabili di via Cagliari e sbloccato risorse per 700mila euro. Ora spetta allo Iacp appaltare i lavori. Soddisfazione di Esposito e Galati di Sel

Una palazzina in via Cagliari.

GALLIPOLI - Per le palazzine dello Iacp della periferia gallipolina in evidente stato di degrado e a rischio crollo arrivano i fondi per 700mila euro e i primi interventi. Quelli più urgenti, dopo quelli preliminari, ma non certo risolutivi, di messa in sicurezza effettuati dall’istituto delle case popolari. E ora sul progetto di riqualificazione complessiva partito qualche mese addietro alla volta della Regione Puglia, arrivano buone nuove per portare a compimento le opere di manutenzione straordinaria non più rinviabili. E per arginare le criticità strutturali accentuate anche dall’ultima ondata di maltempo e dal greve passaggio della tromba d’aria del 19 novembre scorso. Dopo le denunce e la mobilitazione dei residenti e del direttivo cittadino di Sel, coordinato da Massimo Esposito, giunge a compimento l’iter e si sblocca la situazione almeno per quanto concerne gli inquilini di alcuni stabili di via Savona e via Cagliari.

La giunta regionale con una recente delibera e accogliendo la richiesta dello Iacp di Lecce, ha  stanziato la somma di 703.979,85 euro destinati ai lavori di manutenzione straordinaria dei fabbricati siti in Gallipoli alla via Cagliari (nello specifico quelli dei civici 26,30,32 e 34). Fondi stanziati dal governo regionale e che sono immediatamente disponibili. E ora spetta allo Iacp di Lecce attivare le procedure per appaltare i lavori. La delibera in questione assegna tra l’altro il termine di 13 mesi per pervenire all'inizio dei lavori. “La fine dell’iter burocratico, sancita dalla firma della delibera da parte dell’assessore e vice presidente della Regione, Angela Barbanente” spiega il segretario di Sel, Massimo Esposito, “pone il sigillo sulla bontà dell’azione politica intrapresa dal nostro circolo che in pochi mesi, a partire dalla denuncia della situazione di pericolo e con una serie di interventi determinanti è riuscito ad incanalare verso una positiva soluzione una vecchia problematica di profondo degrado in cui per anni erano state abbandonate le  famiglie ospitate in quegli stabili".

"Con le risorse immediatamente disponibili - aggiunge Esposito - l’auspicio adesso e che il cantiere possa partire nel più breve tempo possibile. Un sentito ringraziamento va al nostro consigliere regionale, Antonio Galati ed al suo staff, per la disponibilità dimostrata, sposando da subito la nostra battaglia e per il pressing attuato nelle sedi istituzionali competenti.  Ci sentiamo infine di rivolgere al commissario straordinario dello Iacp, Daniela Lupo” conclude il segretario gallipolino, “oltre ai dovuti ringraziamenti, l’invito ad intraprendere fin da subito un’azione di monitoraggio sulla situazione strutturale anche degli altri blocchi adibiti ad alloggi popolari viste le numerose segnalazioni che in questi giorni abbiamo ricevuto”

Sulla questione è intervenuto anche consigliere regionale di Sel, Antonio Galati. “Già nell'agosto scorso, quando vi feci visita, la situazione di quelle palazzine era gravissima” dice Galati, “non solo il decoro urbano, ma la stessa incolumità degli inquilini era a rischio. Ancora più urgenti e indifferibili sono divenuti gli interventi di manutenzione straordinaria, dopo la tromba d'aria che si è abbattuta nei giorni scorsi su Gallipoli compromettendo ancor di più la staticità di alcuni fabbricati. Lo stanziamento della giunta regionale” aggiunge il consigliere, “non risolve tutti i problemi, ma è un segnale concretissimo di buona volontà e di attenzione, allo scopo di risolvere una situazione che non era più possibile tollerare. Va dato atto alla vicepresidente Angela Barbanente di aver preso a cuore e portato a buon fine il progetto” conclude Galati, “e al circolo Sel di Gallipoli  di aver posto in tutte le sedi politiche e istituzionali la questione e di averne perseguito cocciutamente la soluzione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzine Iacp nel degrado e a rischio. Dalla Regione arrivano i fondi

LeccePrima è in caricamento